Juventus, Allegri: “Rabiot e Chiesa recuperati. Cambiaso può giocare mezzala”

In vista del posticipo tra Juventus e Sassuolo, Massimiliano Allegri ha parlato del match da disputare in conferenza stampa

15 Gennaio 2024

Gabriele Giammona - Autore

JuventusSassuolo chiude il ventesimo turno di Serie A e Allegri ne ha parlato in conferenza stampa. La Juventus si appresta a scendere in campo contro il Sassuolo di Dionisi contro cui ha perso gli ultimi due confronti diretti. Serve una vittoria per mantenere i due punti di distacco dall’Inter capolista alla squadra di Allegri, mentre i neroverdi devono vincere per allungare sulla zona retrocessione e uscire da questo periodo difficile che stanno vivendo.

Massimiliano Allegri Juventus

Juventus-Sassuolo, la conferenza stampa di Allegri

L’allenatore bianconero ha parlato in conferenza stampa prima della gara contro il Sassuolo e ha esordito così: “Ci siamo preparati bene come sempre. L’ultima volta abbiamo preso 4 gol, loro sono una buona squadra. Rabiot sta bene, valuterò se farlo giocare titolare, nel caso c’è Cambiaso che può giocare mezzala. Anche Chiesa è recuperato. Questo sarà un valore aggiunto. Come successo altre volte chi entrerà dalla panchina” sarà fondamentale. Devo fare delle valutazioni in attacco e in difesa. Il dubbio è tra Alex Sandro e Rugani visto che Gatti è squalificato”.

Allegri Juventus

Allegri ha poi aggiunto: Kean ha svolto l’esame di risonanza Kean, è tutto apposto. Ora potrà fare un percorso di riatletizzazione. Uno tra Yildiz e Chiesa dietro le punte? Ora no, dobbiamo mantenere un equilibrio magari più avanti. Se possono coesistere? Sì. Weah sta crescendo e ha molti margini di miglioramento”

In conclusione: “Serve restare concentrati perché all’andata abbiamo preso quattro sberle. Non ho mai parlato di mercato e mai ne parlerò. Stiamo entrando nella fase calda della stagione. Bernardeschi? E’ un giocatore del Toronto. Differenza tra Inter e Juventus? La programmazione, abbiamo passato due anni di difficoltà. I ragazzi hanno fatto 46 punti perché hanno valori importanti. A maggio vedremo dove saremo arrivati. Il Sassuolo ha Pinamonti, Laurienté e Berardi, giocano bene ma soprattutto in trasferta fanno meglio rispetto che in casa”.

Lascia un commento