Inter, Inzaghi: “Ci saranno tante rotazioni. Ecco quando torna Lukaku”

L'Inter ha battuto il Viktoria Plzen per 2-0, trovando così la prima vittoria in Champions League: le parole di Simone Inzaghi sul match

inzaghi inter
13 Settembre 2022

Redazione - Autore

L’Inter ha battuto il Viktoria Plzen con i risultato finale di 2-0. Prima vittoria in questa edizione della Champions League per i nerazzurri, che riscattano così la sconfitta casalinga all’esordio contro il Bayern Monaco. Grazie a questa vittoria la squadra di Simone Inzaghi è salita a quota 3 punti nella classifica del girone, a pari punteggio di Barcellona e Bayern Monaco, che però si sfideranno in serata. Vittoria fondamentale per l’Inter, che in un girone di ferro come questo aveva l’assoluta necessità di conquistare i tre punti contro la formazione della Repubblica Ceca. Per i nerazzurri, che hanno lasciato fuori dall’11 titolare Lautaro Martinez, sono andati in rete Dzeko e Dumfries. Episodio da sottolineare il rosso diretto estratto dal direttore di gara per Pavel Bucha. Il giocatore del Viktoria Plzen, infatti, si è reso colpevole di una bruttissima entrata ai danni di Barella. Inizialmente l’arbitro aveva optato per il cartellino giallo, ma dopo una revisione al VAR ha optato per la sanzione più severa. Al termine del match, l’allenatore nerazzurro Simone Inzaghi ha commentato così la partita tra Viktoria Plzen ed Inter in conferenza stampa.

Inter, le parole di Inzaghi su Viktoria Plzen-Inter

SULLA PARTITA: “Siamo molto contenti. Sapevamo che era importante non sottovalutare l’avversario. Conosciamo il percorso di tutte le squadre italiane che sono venute qui in trasferta a Plzen. I ragazzi sono stati bravi, concentrati. Gli ho fatto i complimenti nello spogliatoio”.

SU DZEKO: “Edin è stato bravo, così come tutti i suoi compagni. Ho bisogno di tutti in difesa, a centrocampo e in attacco. Dopo la sosta tornerà Lukaku, di partita in partita sceglierò la coppia d’attacco che entrerà in campo”.

Dzeko Inter

SU ACERBI: “Ha giocato bene, era l’esordio, non era semplice, lo conosco molto bene e so che ci potrà dare una grande mano. Tutti i ragazzi sanno che c’è competizione tra di loro, e questo è importante. Gli ho fatto capire in queste otto partite che mi servono tutti. Ci saranno rotazioni e tutti saranno coinvolti. Giocando così spesso ho l’esigenza di usare tutti i giocatori. A Udine sarà la quarta sfida in dieci giorni, in poco tempo dovrò capire quale sarà la formazione migliore per quella gara”.

SUL PERCORSO CHAMPIONS: “Tra Bayern e Barça sarà una splendida sfida tra le due migliori squadre al mondo in questo momento: sappiamo che le dovremo affrontare. L’obiettivo di oggi era portare a casa la posta in palio. Abbiamo reso semplice una partita che non lo era assolutamente, nessuna italiana aveva mai vinto qui a Plzen. È una vittoria assolutamente meritata, voluta dai ragazzi, sono contento”

uefa champions league coppa

SULL’ESPULSIONE: “Ovviamente l’espulsione ci ha avvantaggiati. Penso però che fino a quel momento eravamo comunque in controllo della gara. L’unico neo fino a quel momento era il punteggio, solo 1-0. Avremmo già dovuto fare il secondo gol per chiudere la partita”

Lascia un commento