Fiorentina, Italiano: “Vedremo se convocare Gonzalez. Rigorista? Vi dico tutto”

Alla vigilia del match di Conference League contro il Riga, l'allenatore della Fiorentina Vincenzo Italiano è intervenuto in conferenza stampa

Italiano Fiorentina intervista
7 Settembre 2022

Redazione - Autore

La Fiorentina farà il suo esordio nella fase a gironi in Conference League contro il Rigas Futbola Skola. La sfida di domani sarà valevole per la prima partita del girone. La squadra viola arriva carica a questa partita nonostante l’andamento lento in campionato e la fatica a trovare il gol, l’ultimo pareggio in casa con la Juventus però é stata un iniezione di fiducia per il gruppo di Vincenzo Italiano che oggi ha parlato in conferenza stampa. Di seguito le parole dell’allenatore ex Spezia.

Conferenza stampa Italiano: la decisione su Gonzalez

Italiano ha cominciato parlando del match: Per noi era una partita importantissima e contro un avversario di livello. Non sottovalutiamo niente: in Europa è difficilissimo soprattutto quando non conosci nel particolare gli avversari e devi avere il massimo della concentrazione. Servirà un approccio feroce e convinto. Cambi tattici? Possibile“.

Italiano Fiorentina

La Fiorentina può vincere la coppa? L’obiettivo è andare più avanti possibile. La competizione è dura, e lo sarà ancora di più quando arriveranno le squadre di Europa League e inizieranno le sfide a eliminazione diretta. Là inizierà a diventare molto seria. Non so dove arriveremo, i doppi impegni e certi sforzi per noi sono una novità”.

Sulle condizioni di Nico Gonzalez ha aggiunto: Nico ha provato, vediamo come risponde. Ha questo problemino, abbiamo provato a tutelarlo per averlo a disposizione: vediamo come va col doppio allenamento e se portarlo o meno. Domani sarà della partita Ranieri, questo posso già anticiparvelo. Lo vedo concentrato e motivato, viene dal settore giovanile e sa il peso della maglia”.

Nico Gonzalez Fiorentina

Terracciano o Gollini? Sul portiere ha rivelato: Domani gioca Gollini. Abbiamo due portieri di grande affidabilità. Terracciano è avanti per le conoscenze che ha e perché da un anno lavora con noi”.

Italiano ha chiuso parlando dei rigoristi: Abbiamo tre-quattro giocatori che a fine rifinitura calciano: in campo chi se la sente tira. Jovic è uno che ha già tirato dei rigori. Errore? Li sbaglia chi va a calciarli”.

Lascia un commento