Mertens in forma super, Felipe Anderson delude: i top e flop di Napoli-Lazio

Vittoria schiacciante per il Napoli, che si impone 4 a 0 sulla Lazio. Da Mertens fino a Felipe Anderson: ecco i top e flop della partita

28 Novembre 2021

Redazione - Autore

Partita perfetta sotto ogni punto di vista per il Napoli di Luciano Spalletti, che batte 4 a 0 la Lazio di Maurizio Sarri. Gli azzurri in controllo del match dal primo all’ultimo minuto di gioco. Ecco i nostri top e flop di Napoli-Lazio.

Top Napoli

Dries Mertens: 8 – Prestazione da incorniciare per l’attaccante belga, che onora Diego Armando Maradona con una doppietta sensazionale, che lascia tutti a bocca aperta

Fabian Ruiz: 7,5 – Passaggi millimetrici, costruzione della manovra e anche un gol: il centrocampista spagnolo sta vivendo una stagione da urlo

Flop Napoli

Eljif Elmas: 6 – Difficile se non impossibile trovare un flop in questo Napoli. Subentrato dalla panchina, il centrocampista macedone non ha impressionato, ma la sua prestazione è comunque più che sufficiente

Diego Demme: 6 – Stesso identico discorso di Elmas: prestazione senza infamia e senza lode per il centrocampista tedesco, di ritorno da un lungo infortunio

Top Lazio

Josè Maria Reina: 5,5 – Se il portiere di una squadra che ha subito quattro gol è tra i migliori in campo, la situazione non è delle migliori. Lo spagnolo prova a fermare gli attacchi del Napoli, ma non può nulla contro i capolavori degli attaccanti azzurri

Manuel Lazzari: 6 – Subentrato dalla panchina, il terzino italiano prova ad aumentare la spinta della Lazio, riuscendoci solo in parte. Prestazione sufficiente

Roma 27/10/2021 – campionato di calcio serie A / Lazio-Fiorentina / foto Image Sport nella foto: Manuel Lazzari

Flop Lazio

Patric: 4,5 – Schierato a sorpresa come titolare, lo spagnolo avrebbe dovuto contenere le offensive del Napoli: non ci riesce mai, viene ammonito e nell’intervallo Sarri lo sostituisce. Serata da dimenticare

Felipe Anderson: 5 – Prestazione sottotono per l’esterno brasiliano, che non riesce mai a saltare l’uomo e viene poi sostituito a metà del secondo tempo

Lascia un commento