Come funzionano squalifiche e diffide in Coppa Italia? Ecco cosa dice il regolamento

Coppa Italia, ecco il regolamento sugli squalificati e i diffidati: come funzionano le sanzioni disciplinari?

locatelli juventus
23 Aprile 2024

Rosario Savoca - Autore

Quando si avvicinano le partite di Coppa Italia, una delle domande più frequenti riguarda il regolamento che definisce le sanzioni disciplinari di calciatori e allenatori squalificati o diffidati. Su tutte, la questione principale è la seguente: le squalifiche inflitte in Coppa Italia intaccano il campionato? E di conseguenza, un calciatore espulso in Coppa Italia deve scontare la squalifica in Serie A? Per scoprire la risposta a queste domande, bisogna attingere dal documento ufficiale del Codice di Giustizia Sportiva della Federazione Italiana Giuoco Calcio.

gianluca rocchi

Squalificati e diffidati: il regolamento della Coppa Italia

1) Le squalifiche inflitte in Coppa Italia intaccano il campionato? Ecco cosa spiega il CGS della FIGC alla Sezione III, Articolo 19 “Esecuzione delle sanzioni”.

  • Comma 4: Le sanzioni […] inflitte dagli organi di giustizia sportiva in relazione a gare di Coppa Italia […] si scontano nelle rispettive competizioni […]”.

La risposta è NO. Ciò significa che le squalifiche inflitte in Coppa Italia non influenzano il campionato di Serie A, ma vanno scontate esclusivamente in Coppa Italia.

serie a

2) Ogni quante sanzioni, un calciatore o un allenatore vengono squalificati?

  • Comma 5: “Per le gare di Coppa Italia […], i tesserati incorrono in una giornata di squalifica ogni due ammonizioni inflitte dall’organo di giustizia sportiva”.

Quindi in Coppa Italia bisogna scontare un turno di squalifica ogni due ammonizioni ricevute. Tuttavia, bisogna aggiungere una precisazione sull’interruzione delle diffide dopo la prima fase del torneo. A tal proposito, il regolamento della Coppa Italia Frecciarossa, valido per il triennio 2021-2024 e consultabile nel sito ufficiale della Lega Serie A, recita:

Richiami regolamentari – “Estinzione delle ammonizioni dopo la prima fase (turno preliminare, trentaduesimi e sedicesimi)”

  • Articolo 13.2: “Per ovviare alla disparità esistente, sul piano disciplinare, fra le 36 Società impegnate nei primi tre turni ad eliminazione diretta in gara unica, e le 8 Società “Teste di Serie” che entrano in competizione a partire dagli ottavi i finale, per il carico di ammonizioni che potrebbe residuare dopo i primi tre turni, sarà richiesto al Consiglio Federale un provvedimento di estinzione delle ammonizioni che residueranno a carico dei calciatori dopo i primi tre turni.

3) Cosa succede se un calciatore squalificato cambia squadra? Troviamo risposta sempre all’Articolo 19 “Esecuzione delle sanzioni” della Sezione III del Codice di Giustizia Sportiva della FIGC.

  • Comma 7: “[…] qualora il calciatore nei cui confronti è stata inflitta la sanzione della squalifica abbia cambiato società, anche nel corso della stagione, o categoria di appartenenza […], la squalifica viene scontata […] per le residue giornate in cui disputa gare ufficiali la prima squadra della nuova società o della nuova categoria di appartenenza.

Squalificati e diffidati delle semifinaliste 2024

JUVENTUS – squalificati: Federico Gatti (somma di ammonizioni); diffidati: Filip Kostic, Manuel Locatelli e Timothy Weah; Manuel Locatelli è squalificato e salterà l’eventuale finale dopo il giallo ricevuto nel ritorno contro la Lazio.
LAZIO – squalificati: nessuno; diffidati: Valentin Castellanos e Mateo Guendouzi;

FIORENTINA – squalificati: nessuno; diffidati: Giacomo Bonaventura, Gino Infantino, Christian Kouamé, Rolando Mandragora e M’Bala Nzola;
ATALANTA – squalificati: nessuno; diffidati: Marten de Roon, Ederson, Aleksey Miranchuk e Gianluca Scamacca.

Gianluca Scamacca Atalanta

Dunque tre calciatori juventini, due laziali, cinque fiorentini e quattro atalantini salterebbero la finale in caso di ammonizione nella semifinale di ritorno.

Lascia un commento