Napoli, parla il chirurgo: “Per Osimhen 6 placche e 18 viti. E sui tempi di recupero…”

Le parole di Gianpaolo Tartaro, chirurgo che ha operato oggi Victor Osimhen dopo il brutto infortunio al viso

23 Novembre 2021

Redazione - Autore

Dopo il brutto infortunio di domenica sera a San Siro contro l’Inter, Victor Osimhen è stato operato oggi dal dottor Gianpaolo Tartaro, che ha rivelato alcuni dettagli agghiaccianti sulle condizioni dell’attaccante nigeriano.

Sebbene il Napoli abbia indicato una prognosi di 90 giorni, le parole di del chirurgo non sembrano essere confortanti: “Non è stato una semplice fattura allo zigomo ma ha interessato anche diverse ossa del viso. Non è stato un trauma da urto, bensì da compressione: la forza cinetica generata dallo schiacciamento del viso di Osimhen contro quello di Skriniar ha creato un danno devastante“.

Il parere sui tempi di recupero

Molto più grave di quello che sembrava essersi visto in campo: “Per ricomporre le fratture ho dovuto inserire sei placche e ben diciotto viti. È ancora presto per parlare di tempi di recupero perché l’intervento è stato davvero complesso“.

C’è chi ha individuato in una maschera protettiva lo strumento per rivederlo in campo prima di 90 giorni ma Tartaro non ha dato certezze: “La maschera a cui si fa riferimento si appoggia proprio dove c’è la frattura. In quella zona del viso c’è un nervo e non è così semplice. Andrebbe studiata una adatta alla struttura del viso di Osimhen“.

Lascia un commento