Fiorentina, novità sul rigorista: dal dischetto si presenta (e sbaglia) Bonaventura

Nel secondo tempo di Sassuolo-Fiorentina i viola hanno guadagnato un penalty: il rigorista che ha poi sbagliato è stato Bonaventura

Bonaventura Fiorentina
6 Gennaio 2024

Simone Pagliuca - Autore

Durante la 19ª giornata di Serie A, che chiude il girone d’andata del nostro campionato, a chiudere il sabato ci sono state Sassuolo e Fiorentina. Al 63′ minuto, con il risultato fermo sull’1-0 per i neroverdi siglato da Pinamonti, sul dischetto si è presentato a sorpresa Giacomo Bonaventura, che si è fatto poi parare il rigore da Consigli. La situazione è stata inaspettata. Ufficialmente, il primo rigorista della Fiorentina è Nico Gonzalez e Bonaventura era piuttosto indietro nelle gerarchie.

consigli sassuolo

Bonaventura dal dischetto, cambiano le gerarchie del rigorista per la Fiorentina?

Per la prima volta in stagione in tutte le competizioni, dal dischetto è stato Giacomo Bonaventura a tirare il rigore. Il fantasista italiano si è preso l’incarico di battere questo importante tiro dagli unidici metri, sbagliato dallo stesso calciatore della Fiorentina. Con l’assenza di Nico Gonzalez per infortunio, sarebbero dovuti essere Nzola o Beltran a farsi carico della battuta. Ma così non è stato e il risultato, non è stato favorevole per il centrocampista azzurro.

nzola fiorentina

In particolare, Beltran si era avvicinato al pallone, per poi allontanarsi dato che ormai ne aveva preso possesso il calciatore italiano. Per quanto riguarda Nzola, invece, sembra davvero insolito che non abbia mostrato il minimo interesse nel battere il rigore. Con le sue statistiche, infatti, il calciatore angolano avrebbe potuto tranquillamente pretendere la battuta. Il classe 1996 in carriera conta 10 rigori segnati su 11.

beltran fiorentina

Beltran, invece, durante questa stagione ha già tirato un calcio dagli 11 metri, trovando anche il gol al 6′ minuto di Fiorentina-Salernitana. In quell’occasione, il gol dell’argentino ha sbloccato il match garantendo la massima tranquillità alla squadra.

Sulla questione si è espresso anche Biraghi nel post-partita contro il Sassuolo: “Bonaventura è il giocatore di maggiore qualità che abbiamo, se lui se la sente deve tirarli. Poi ovviamente se c’è Nico è il primo della lista, perché lo ha nelle sue caratteristiche. Tutti abbiamo pensato di lasciarlo a Bonaventura, non a qualcun’altro“.

Lascia un commento