Conferenze stampa: le parole degli allenatori in vista della 17ª giornata

Tutte le parole dei 20 allenatori di Serie A nelle conferenze stampa in vista della 17ª giornata di campionato

motta difrancesco baroni cioffi
22 Dicembre 2023

Sofia Silveri - Autore

Manca sempre meno alla 17ª giornata presentata dagli allenatori nella consueta conferenze stampa pre partita. Il turno pre natalizio si apre venerdì 22 dicembre alle 18:30 con Sassuolo-Genoa ed Empoli-Lazio. Nella serata di venerdì, inoltre, sono in programma due gare in contemporanea, Salernitana-Milan e Monza-Fiorentina. La giornata prosegue sabato 23 con il lunch match tra Frosinone e Juventus, seguito dagli scontri delle 15:00 tra Bologna e Atalanta, e Torino e Udinese. Alle 18:00, invece, scende in campo l’Inter contro il Lecce e l’Hellas Verona contro il Cagliari. A chiudere il turno l’attesissimo big match tra Roma e Napoli.

Serie A, le conferenze stampa degli allenatori in vista della 17ª giornata

SASSUOLO-GENOA, venerdì 22 dicembre ore 18:30

DIONISI: “Vogliamo vincere. Veniamo da una partita in cui siamo stati bravi, sembrava destinata a un risultato negativo e invece l’abbiamo ripresa. Abbiamo recuperato Ruan, Missori si è allenato di più allenamenti ed è disponibile al 100%, mentre gli altri non saranno disponibili, parto da Obiang e Alvarez che hanno dei decorsi più lunghi, ma c’è una bella notizia perché Alvarez sabato sarà a disposizione della Primavera. Non ci saranno Racic, Defrel, Viti e Vina. Viti sta lavorando bene per rientrare mentre per Vina ci servirà più di tempo. Dopo Udine c’è amarezza perché abbiamo fatto tutto da soli. L’episodio ci ha aiutati perché per una volta sono rimasti gli altri in inferiorità numerica, il pari ce lo siamo meritati di gran lunga. Volpato ha delle belle qualità, pensa come un attaccante e non si rende conto di essere un centrocampista offensivo. Boloca, invece, è un centrocampista che milita tra difesa e centrocampo. Potremmo osare anche con il Genoa. Berardi è il nostro giocatore più prezioso ma non l’unico. Ruan deve maturare, deve metterci testa per migliorare, perché a livello fisico ha doti importanti per fare il calciatore. Avrà spazio? Sì. Ce l’avrà domani? Forse. Laurientè ad oggi è sottomedia, voglio che calci di più in porta. A sinistra giocherà un destro, abbiamo provato sia Toljan che Pedersen“.

GILARDINO: “Il Sassuolo è una squadra di altissime qualità tecniche e con ottimi giocatori. Rientrerà Strootman, ma non ha i 90 minuti sulle gambe. Restano ancora fuori Messias e Retegui, valuteremo nei prossimi giorni quando e come ci sarà possibilità di recuperarli. Al Mapei vogliamo andarci a prendere ciò che nelle ultime partite in trasferta non abbiamo raccolto. Ekuban è un’idea. Sta ritrovando la condizione, oltre al buon secondo tempo fatto contro la Juventus. Gudmundsson deve continuare ad essere bravo. Deve riuscire a trovarsi spazi liberi per trovare l’uno contro uno, deve cercare la palla in velocità e le giuste situazioni per inserirsi e andare in porta. Malinovskyi probabilmente è un po’ distante dalla porta avversaria, ma deve continuare a lavorare con questa predisposizione difensiva. I cambi domani potranno incidere. Ekuban prima o seconda punta? è rientrato da poco e deve allenarsi per preparare le gare nel modo giusto. Se sarà in partita dal 1′ minuto, mi aspetto che giochi per la squadra e non solo per il gol perchè poi arriva. Superlega? evoluzione totale”.

EMPOLI-LAZIO, venerdì 22 dicembre ore 18:30

ANDREAZZOLI:Con il Torino siamo stati sporchi sotto l’aspetto tecnico. Mi rammarica il fatto che il confronto sia stato alla pari. Nel secondo tempo siamo cambiati, eravamo più sciolti e di conseguenza la palla pesava un po’ meno. Avevamo fatto due gol, poi purtroppo gli episodi non sono andati a nostro favore. Siamo migliorati sulle palle inattive. Baldanzi può avere più minuti nelle gambe. Non ci sarà Caputo, non vogliamo rischiare perché non lo riteniamo pronto per giocare. Può essere la gara di Gyasi. Lui può fare tutto, poi è ovvio che ognuno ha le sue caratteristiche. Domani 100 presenze in azzurro e mi fa molto piacere, ne sono onorato”.

SARRI: l’allenatore biancoceleste non interviene in conferenza stampa.

Andreazzoli Empoli

SALERNITANA-MILAN, venerdì 22 dicembre ore 20:45

INZAGHI FILIPPO: “Per mettere in difficoltà il Milan domani dovremo fare la partita perfetta, conosciamo benissimo la difficoltà dell’avversario ma siamo pronti per fare una grande gara. La squadra ha dato segnali incoraggianti, ma dobbiamo dare continuità in termini di atteggiamento e grinta. Dobbiamo andare avanti sulle nostre sicurezze, cambieremo qualche pedina ma credo che la strada intrapresa sia quella giusta. Sceglierò la formazione migliore con la consapevolezza che i cambi potranno essere decisivi. Davanti abbiamo un potenziale importante da sfruttare al massimo, può giocare chiunque perché sono tutti affidabili. Giocheremo con tre attaccanti dall’inizio. Personalmente sarà una partita particolare perché affronto il Milan e inevitabilmente non sarà mai una gara come le altre. Lì c’è la mia storia e la mia vita”.

PIOLI: leggi qui le parole dell’allenatore rossonero.

MONZA-FIORENTINA, venerdì 22 dicembre ore 20:45

PALLADINO: La Fiorentina è una squadra che sta bene, attacca e viene a prenderti forte davanti, ha grandi individualità. È una squadra costruita per ambire alle posizioni più alte della classifica, allenata da un bravissimo tecnico ed ha un società forte che ha investito molto sul mercato. Dobbiamo affrontarla come se fosse una grande squadra. Carboni? Valentin è forte, contro l’Inter è entrato molto bene. In questa settimana ha avuto un piccolo fastidio al flessore, ma è già rientrato in gruppo e sta bene. Dobbiamo migliorare davanti. Ma questo devo farlo io, i ragazzi ce la stanno mettendo tutta. Lavoriamo tanto, i gol arriveranno. Mi piace tenere palla, se ce l’abbiamo noi non ce l’hanno gli avversari. Colpani non segna da un po’, ma fa parte della vita di ogni calciatore. Purtroppo esistono dei periodi di secca, sta a lui continuare a lavorare bene. Sono comunque molto contento di lui.

ITALIANO: “Non abbiamo ancora recuperato Bonaventura e abbiamo perso Martinez Quarta, però rientrano Duncan, che sta meglio, e Arthur che si è allenato a ottimo regime. Domani dobbiamo cercare di dare battaglia al Monza quindi dobbiamo prepararci bene”.

Palladino Monza

FROSINONE-JUVENTUS, sabato 23 dicembre ore 12:30

DI FRANCESCO: “Harroui sta riprendendo pian piano la condizione ma ha fatto molta fatica a rientrare, dunque è difficile che possa partire dall’inizio. Chiesa? È molto importante per la Juve per la sua qualità tecnica, è in grado di spaccare le partite. Non sono sicuro che giochi Yildiz, non posso entrare nella testa di Allegri. Oltre a Reinier, Mazzitelli e Oyono non ci sarà Ibrahimovic perché influenzato. Cuni invece è recuperato e sarà tra i convocati. Out anche Okoli perché squalificato. Gatti? Gli devo fare i complimenti, è diventato un punto fermo della Juve attraverso la dedizione. Ha fatto tanti gol e dovremo stare attenti ai loro calci piazzati“.

ALLEGRI: Clicca qui per le parole dell’allenatore della Juventus

BOLOGNA-ATALANTA, sabato 23 dicembre ore 15:00

THIAGO MOTTA: Orsolini torna a disposizione, sta bene. Non so quanti minuti ha nelle gambe, vediamo se lo farò giocare dall’inizio o se ci aiuterà a gara in corsa. Chi giocherà in porta tra Ravaglia e Skorupski? Ho le idee chiare, ma non le dico. Aebischer è un ragazzo fantastico, sempre presente, lavora bene dentro e fuori dal campo. Freuler e Ndoye sono arrivati quest’anno e si sono inseriti molto bene nel gruppo. Sento il sostegno della gente di Bologna, ovunque vado. Tutti voglio continuare a vedere queste emozioni, e oggi mi sento molto bene qui, non ho bisogno di nient’altro per stare bene qui”.

GASPERINI:

TORINO-UDINESE, sabato 23 dicembre ore 15:00

JURIC:Non ci sarà Linetty che ha un problema al polpaccio. Torna Ricci titolare, Tameze resta in difesa. Poi mancheranno sempre Schuurs e N’Gessan. Soppy può essere un’opzione domani a destra al posto di Bellanova, anche sto ancora pensando. Zapata? La condizione è top, è una bellezza avere gente così, con questa voglia, questa intensità di allenamenti. Lui è un professionista davvero esemplare”.

CIOFFI: “La squadra ha potenziale: in questo momento i risultati non ci danno ragione, ma stiamo lavorando bene. Rientrerà Joao Ferreira ed è un’ottima notizia per noi. Ezhizibue viene da un lungo infortunio ma sta meglio, la competizione per giocare gli fa bene. Perez ha giocato bene centrale di difesa e probabilmente sarà impiegato ancora lì. Success e Lucca insieme? È un’idea per il futuro, ci stiamo lavorando. Non ci saranno Zemura che ha preso una botta, Payero e Lovric che deve ancora dimostrarmi il giusto atteggiamento in campo. Samardzic potrebbe partire titolare, deve avere voglia più degli altri data l’età. Zarraga vice Walace? Dipende dalla partita, sicuramente no contro il Torino.

INTER-LECCE, sabato 23 dicembre ore 18:00

INZAGHI SIMONE:

D’AVERSA: “Domani troveremo una squadra forte che non vuole più commettere errori, dobbiamo avere la volontà di fare risultato pur sapendo che si tratta di una partita proibitiva. Almqvist? L’influenza ha rallentato il suo percorso di ripresa, è stato a letto 4 giorni. L’assenza di Lautaro non cambia nulla, hanno tanti giocatori che possono decidere la partita”.

VERONA-CAGLIARI, sabato 23 dicembre ore 18:00

BARONI: “Faraoni ancora non è del tutto recuperato, valuteremo per la prossima settimana se ci sarà. Magnani invece ha lavorato con la squadra e lo ritengo recuperato. C’è invece un piccolo problema per Serdar: ha preso un pestone in allenamento e domani non sarà disponibile“.

RANIERI: “Petagna si allena bene ed è un grande professionista. È una persona matura che sta reagendo in maniera positiva alle critiche. Pavoletti è un grande professionista, così come Viola, Deiola, Lapadula, Mancosu. Sono i primi ad impegnarsi e a lavorare. Ho un grande materiale umano e quando cambio so che chi entra può fare meglio. Nandez non è al 100%, a Napoli non ce la faceva più. Gradualmente tornerà al top. Luvumbo sta facendo bene, rispetto allo scorso anno è molto più pratico. Purtroppo lo perderò per la Coppa d’Africa. Speriamo di non risentirne.

conferenze allenatori 17ª giornata

ROMA-NAPOLI, sabato 23 dicembre ore 20:45

MOURINHO:

MAZZARRI: l’allenatore azzurro non interviene in conferenza stampa.

Lascia un commento