Fantacalcio: la classifica dei giocatori con più cartellini

Chi sono i giocatori che hanno ricevuto più cartellini in Serie A? Ecco la classifica aggiornata

Gianluca Mancini Roma
20 Giugno 2022

Redazione - Autore

Tra le tante strategie dell’asta, dai rigoristi ai portieri più affidabili, al Fantacalcio scegliere di puntare sui giocatori più corretti può essere determinante per aggiudicarsi il primo posto della lega. Quante volte vi è capitato di perdere i 3 punti a causa di un cartellino giallo e quindi di un malus -0,5? La risposta è banale: tante. Ecco perché, durante l’asta di settembre, uno dei principali obiettivi dei fantallenatori potrà essere quello di cercare di evitare quei giocatori “dal cartellino facile”. Ma quali sono i più ammoniti e con più cartellini sulle spalle del nostro campionato? Di seguito, la classifica dei giocatori con più cartellini in Serie A.

La classifica dei giocatori con più cartellini in Serie A

10 cartellini gialli: Zaniolo, Malinovskyi, Gunter, Lukic, Thorsby, Becao, Gyasi, Ceccherini, Casale, Gyasi, Bandinelli, Felipe.

Malinovskyi Atalanta

Non solo difensori, come sarebbe giusto pensare, ma sopratutto centrocampisti. Tra i difensori a quota 10 ammonizioni troviamo Gunter e Becao. Il centrale del Verona ha un po’ il vizio e ne abbiamo avuto prova in tutti i suoi anni in Italia. Il numero 50 dell’Udinese, invece, ha raddoppiato il numero rispetto alla stagione 2020/21, vedremo se sarà in grado di diminuire la sua irruenza.

Nella lista si aggiungono poi Zaniolo, che spesso si è fatto prendere dal nervosismo in situazioni difficili, legate più al fair play che al gioco, e il fantasista dell’Atalanta Malinovskyi, che quest’anno ha preso un cartellino giallo ogni 3 partite ed è passato da 3 a 10 nel giro di una stagione. Seguono poi Lukic, Thorsby, Gyasi e Bandinelli, anche loro piuttosto a sorpresa.

11 cartellini gialli: Calhanoglu, Ampadu, Pobega

calhanoglu inter

Una ammonizione in più, invece, per Calhanoglu, Ampadu e Pobega. Il numero 20 dell’Inter ha vissuto una stagione da sogno con la sua nuova squadra. 7 gol, 11 assist, tanta qualità e reti decisive. Unico difetto il numero di cartellini gialli. Anche lui è sempre stato un giocatore corretto. Due stagioni fa ne aveva collezionati appena 4.

Più comprensibile è invece Ampadu, abituato all’idea di arbitraggio inglese meno fiscale rispetto a quello italiano. Per Pobega si tratta di un numero piuttosto elevato, ma nonostante ciò possiamo pensare alle 6 ammonizioni di due campionati fa stagione e alle 8 di tre anni fa, come prova del suo cartellino facile.

12 cartellini gialli: Bereszynski, Sturaro

sturaro

Passiamo ora al gradino più basso di questa speciale classifica. La medaglia di bronzo va in direzione Genova, con Bereszynski da una parte e Sturaro dall’altra.

Il terzino destro e capitano blucerchiato ha vissuto una stagione da protagonista, ma si è fatto prendere la mano, cosa già successa in passato. Due anni fa chiuse a quota 10, l’anno scorso appena 2, restando uno dei giocatori più corretti del campionato, e quest’anno 12. Il vice capitano del Genoa, invece, si è sempre contraddistinto per la sua foga e per la sua forza fisica in campo. È stato spesso irruento sugli avversari e questo ha comportato tante sanzioni.

14 cartellini gialli: Maxime Lopez e Mancini

Primo posto per il centrocampista e regista del Sassuolo Maxime Lopez. A causa del suo ruolo delicato in mezzo al campo, ha svolto spesso il “lavoro sporco” per impedire agli avversari le ripartenze veloci. Questo, però, ha comportato un bel numero di ammonizioni. Medaglia d’oro, invece, anche per il difensore della Roma, Gianluca Mancini. Una caratteristica che gli si addice se guardiamo ai numeri delle annate passate. Dal suo arrivo nella capitale ha chiuso le prime due stagioni con 14 e 10 cartellini gialli. Quest’anno termina con 14 gialli ad un passo dal battere il suo record personale.

Maxime Lopez Sassuolo

Medaglia d’oro come giocatore meno corretto in campo anche per il difensore della Roma Gianluca Mancini. Una caratteristica che gli si addice se guardiamo ai numeri delle stagioni passate. Dal suo arrivo nella capitale ha chiuso le prime due stagioni con 14 e 10 cartellini gialli. Quest’anno di nuovo 14, ma nessuno in finale di Conference, come ci ha tenuto lui a sottolinare: “Dicevano tutti che mi faceva ammonire Sinisterra, e invece no!”

Lascia un commento