19ª giornata di Serie A: le interviste post-partita degli allenatori

I commenti di tutti gli allenatori di Serie A durante le interviste post-partita della 19ª giornata di campionato

7 Gennaio 2024

Simone Pagliuca - Autore

Con il nuovo anno, arriva anche una nuova giornata di Serie A. La 19ª giornata inaugurerà infatti il 2024 e andrà a chiudere un girone d’andata pieno di sorprese. Si comincia venerdì 5 gennaio con Bologna-Genoa alle 20:45, per proseguire poi con Inter-Verona sabato alle 12:30, Frosinone-Monza alle 15, Lecce-Cagliari alle 18 e Sassuolo-Fiorentina alle 20:45. Tutte le altre partite saranno invece domenica 7 gennaio con Empoli-Milan alle 12:30, Udinese-Lazio e Torino-Napoli in programma poi alle 15. A chiudere, Salernitana-Juventus alle 18, bis degli ottavi di Coppa Italia e il big match di giornata tra Roma e Atalanta alle 20:45. Nel post partita della varie partite della 19ª giornata, quindi, sono arrivate tutte le parole degli allenatori nelle interviste.

allegri mazzari

Serie A, 19ª giornata: le interviste post-gara dei 20 allenatori

Bologna-Genoa

T.MOTTA: leggi qui le dichiarazioni post partita dell’allenatore bolognese.

GILARDINO: leggi qui le dichiarazioni post partita dell’allenatore genoano.

Inter-Verona

S. INZAGHI: leggi qui le dichiarazioni dell’allenatore dell’Inter

BARONI:

Le interviste degli allenatori, Frosinone-Monza

DI FRANCESCO:Potevo approcciare meglio il primo tempo. Il Monza ha avuto un’occasione e ha segnato: dovevamo fare più attenzione. La seconda rete, invece, è stata una nostra ingenuità. A volte Soulé si prende più responsabilità di quelle che deve, ma ci sta: sa che deve crescere. La buona sorte non è dalla nostra parte per situazioni che non ci girano a favore. In questo momento dobbiamo essere attenti: parliamo sempre di un percorso di crescita e nel secondo tempo abbiamo fatto davvero bene. Dobbiamo migliorare dal punto di vista difensivo: siamo arrivato a certi risultati giocando in un determinato modo, ma al momento appena facciamo un minimo errore lo paghiamo sempre caro. Abbiamo buttato nell’aria le potenzialità: a inizio stagione avremmo firmato per ritrovarci in questa situazione. Serve farci un esame di coscienza”.

CITTERIO:Abbiamo preparato la partita nel migliore dei modi. Abbiamo giocato un primo tempo ottimo: non abbiamo sofferto niente, ma abbiamo fatto bene anche in fase di possesso. I ragazzi hanno avuto tante personalità: vanno fatti i complimenti. Direi che sia saltato fuori lo spirito di questo gruppo che sa cosa vuole ottenere: a volte lo si ottiene col bel gioco, altre volte soffrendo. Tutti hanno fatto davvero bene: son ostati fantastici, ha prevalso lo spirito di questa squadra che può arrivare davvero lontano. Sul 3-0 potevamo gestire meglio i primi minuti: bisogna dire che sono stati bravi anche loro che ci hanno saputo mettere in difficoltà. Avessimo resistito quei 2-3 minuti, potevamo indirizzare in maniera diversa la partita. Oggi è difficile fare dei nomi: oggi tutti hanno fatto una grande partita, soprattutto chi è subentrato nel secondo tempo. Sono stati doppiamente bravi a interpretare la partita. Gagliardini centrale? Ha già giocato in quel ruolo: ha fatto molto bene a Napoli e anche oggi. L’abbiamo ammonito per precauzione, ma abbiamo anche altri giocatori in quel ruolo. Tutti si mettono a disposizione: sono sicuro che tutti daranno una mano per raggiungere l’obiettivo”.

Le interviste post-gara della 19ª giornata, Lecce-Cagliari

D’AVERSA: “Abbiamo avuto tantissime occasioni, quindi c’è molto rammarico, ci tenevamo a vincere. Alla fine abbiamo guadagnato un punto per allontanarci dalla zona retrocessione. Abbiamo fatto tutta la partita, ma nel secondo tempo eravamo contro vento. Il loro gol è arrivato in un’occasione. I nostri 21 punti hanno superato le mie aspettative. Per il monte ingaggi avremmo dovuto essere penultimi, ma c’è tanto lavoro dietro da parte di tutti. Gendrey è bravo nelle palle inattive, si inserisce bene. Con questo tempo non era facile valutare le traiettorie della palla. A Roma contro la Lazio faremo la nostra prestazione, i risultati arriveranno“.

RANIERI:La squadra stava facendo bene. Soffrivamo sulle loro ripartenze e calci d’angolo. Volevamo i risultati e lo abbiamo portato a casa, i ragazzi ci sono riusciti: sono soddisfatto. Tante volte l’allenatore ha la necessità di sistemare qualche buco che abbiamo: bisognava far capire ai giocatori dove dovevano posizionarsi. Vittoria? Tranne la prestazione del Milan, non abbiamo fatto male. Credo che abbiamo giocato bene contro l’Empoli e abbiamo lottato anche quest’oggi contro il Lecce. Il campionato è duro e sarà così fino all’ultima giornata. Lo ripeto sempre: siamo gli ultimi arrivati in Serie A per vogliamo esserci, soprattutto per i tifosi. Petagna? Ha dovuto lottare molto e ha fatto un grande lavoro sporco, riuscendo ad avere la meglio contro due grossi difensori. Pavoletti? Era pronto per giocare, ma avendo pareggiato ho preferito non cambiare. Si effettua una sostituzione solo quando capisci che serve qualcosa di diverso. Infortuni? Abbiamo al momento giocatori solo con la febbre, altrimenti sarebbero stati tutti a nostra disposizione”.

Sassuolo-Fiorentina

DIONISI:Prima di questa partita pensare di vincere contro la Fiorentina era difficile. Stiamo facendo prestazioni positive da un po’. Speriamo che questo risultato ci aiuti, è stato sudato e giocato anche al VAR da un certo punto di vista. Il gol di Thorstvedt l’ho rivisto velocemente, ma penso che la mia idea sia la stessa vostra. Se annulliamo anche questi come si fa? Ferrari? Sta giocando di più per merito e perché ha una mentalità diversa. Quest’anno sono stati cambiati più di dieci giocatori, fanno fatica con la lingua e anche con la tattica, ma devono sostituire i vecchi titolari come Frattesi e Ruggeri, che sono stati i primi ad andarsene. Toljan? Abbiamo perso un titolarissimo. Sarà un problema, lui e il giocatore che ha giocato di più fino ad oggi“.

ITALIANO: le parole dell’allenatore dei viola a questo link

Empoli-Milan

ANDREAZZOLI: Per noi è un periodo molto complicato. Gyasi ancora una volta si è messo a disposizione dopo l’infortunio di Ebuehi. Mi preoccupa tanto, devo dire però che i ragazzi mi confortano. Alla fine del primo tempo avevo chiesto loro di non pensare al risultato che secondo me era eccessivo e di pensare che il secondo tempo era da vincere. Abbiamo fatto bene nel secondo tempo, con un po’ di fortuna era una partita che avremmo rimesso in piedi. Il Milan ha vinto senza fare molto più di quanto fatto dall’Empoli

PIOLI: Le parole dell’allenatore rossonero

Pioli Milan

Udinese-Lazio

CIOFFI:Faccio i complimenti ai miei nonostante il risultato. Quella di oggi è una sconfitta che ci lascia l’amaro in bocca. Sul primo gol c’è stato un errore individuale, per il secondo gol invece ci sono state molte cose a favore della Lazio, ci dispiace. Se prendi gol su un errore ci si spegne. Masina ha fatto un buona partita: è un ragazzo che viene da 2 mesi e mezzo di inattività e nel primo tempo si è spento un po’ l’entusiasmo, dopo il gol subito ci siamo ammosciati“.

SARRI:

Torino-Napoli

JURIC:Ci sono state tante partite fatte bene. Oggi l’espulsione ha reso tutto più semplice. Penso che dobbiamo alzare il livello di cognizione. Oggi ci è andata bene. I ragazzi devono continuare a lavorare così. Penso che dobbiamo soffermarci alla prossima partita contro il Genoa, che è una squadra difficile. Se riusciamo a fare punti anche li è grandioso. Il presidente? Parliamo di un grande tifoso prima di essere un presidente. Quest’anno dobbiamo essere ambiziosi. Abbiamo perso alcune partite in modo immeritato. Dobbiamo continuare così e a dare il massimo senza accontentarsi. La scelta di inserire due attaccanti ci ha appagati. Abbiamo trovato altri modi di attaccare, ci divertiamo. Si stanno trovando bene: con loro abbiamo più possibilità d’attacco”.

MAZZARRI:

Le interviste post-gara degli allenatori della 19ª giornata, Salernitana-Juventus

F. INZAGHI:

ALLEGRI:

Roma-Atalanta

MOURINHO:

GASPERINI: Leggi qui le parole dell’allenatore della Dea

Lascia un commento