Correa è dell’Inter: cosa aspettarsi al Fantacalcio e come gestirlo all’asta

L'argentino arriva ufficialmente in nerazzurro. Il consiglio per l'asta, il ruolo e l'utilizzo previsto da Simone Inzaghi

26 Agosto 2021

Paolo Borella - Autore

Joaquin Correa è un nuovo giocatore dell’Inter, è arrivata anche l’ufficialità. In questo focus sul “Tucu” cercheremo di capire cosa ci si può aspettare dall’attaccante argentino al fantacalcio per questa stagione, fra pro e contro.

Il ruolo di Correa nell’Inter di Inzaghi

Partiamo dalla sua collocazione in campo con Simone Inzaghi, allenatore che lo aveva già apprezzato durante gli anni vissuti insieme alla Lazio. Correa è una seconda punta e in biancoceleste ha affiancato Immobile nel reparto offensivo. Se fosse rimasto a Roma, avrebbe probabilmente dovuto adattarsi come esterno nel nuovo 4-3-3 di Sarri, mentre all’Inter potrà ritrovare il suo ruolo principale.

Giocherà al fianco di Dzeko, la prima punta per eccellenza arrivata dal mercato, ma anche con Lautaro Martinez, a cui verranno affidate sempre di più le chiavi dell’attacco dopo la partenza di Lukaku. L’attaccante bosniaco, nonostante l’età, ha spesso garantito costanza a livello di rendimento fisico. A 35 anni però, possiamo aspettarci che Inzaghi lo gestisca in una stagione con tante partite, con Champions e Coppa Italia. Anche per questo, Correa dovrebbe garantire un impiego importante e costante.

L’Inter vuole valorizzare un acquisto importante e Simone Inzaghi sembra perfetto per farlo in questo senso, dopo averlo scelto come rinforzo in attacco.

Le indicazioni per Correa al fantacalcio

Stabilito che Correa giocherà nel suo ruolo naturale di seconda punta e lo farà con continuità durante la stagione, cerchiamo invece di capire gli sviluppi per il fantacalcio. Il “Tucu” è ovviamente listato attaccante. Nella scorsa stagione la sua fantamedia è stata del 6.83, grazie anche agli 8 gol e ai 3 assist trovati in Serie A.

L’indicazione delle tre stagioni alla Lazio però è chiara: Correa non ha mai raggiunto la doppia cifra in campionato, con 5, 8 e 9 gol rispettivamente. Può migliorarsi in fase realizzativa nell’Inter, ritrovando Inzaghi, ma non bisogna aspettarsi da lui il rendimento di un top. La sua avventura in nerazzurro è iniziata col botto: doppietta decisiva per i 3 punti. Correa non è nuovo a questo exploit, ma non fatevi ingannare: occhio ai cali di rendimento.

La sua collocazione all’asta? Probabilmente quella di terzo slot, ovvero un giocatore da affiancare a due certezze sicure già acquistate, che garantiscano gol e rendimento. L’ideale sarebbe poi, nelle leghe non troppo numerose, è quella di alternarlo come terzo attaccante con un bomber meno costoso all’asta (Simeone al Verona vi intriga?), per essere coperti nel caso saltasse qualche sfida.

Lascia un commento