Empoli, Zanetti: ”Pareggio importante. Pjaca e Akpa non sono al top”

L'intervista di Paolo Zanetti nel post partita di Salernitana-Empoli, match valido per la 5ª giornata di Serie A

paolo zanetti allenatore empoli
5 Settembre 2022

Redazione - Autore

Dopo il pareggio in trasferta contro la Salernitana, l’allenatore dell’Empoli Paolo Zanetti ha rilasciato un’intervista ai microfoni di DAZN. La gara, per gli azzurri, si era messa sui binari giusti grazie al vantaggio di Satriano. Poi la Salernitana ha ribaltato il risultato con Mazzocchi e Dia, per poi essere raggiunta sul finale di partita dal gol di Lammers. Di seguito le parole di Zanetti.

Empoli, l’intervista di Zanetti

SULLA PARTITA: Questo pareggio ha valore importante. Mi dispiace perché è stata una squadra dai due volti: un primo tempo straordinario, poi il ritorno di una squadra come la Salernitana era prevedibile, con il loro incredibile pubblico. Siamo stati bravi di carattere e ci siamo portati a casa un bel punto.

zanetti empoli

SULL’ATTACCO: “Il nostro è un percorso. Fino a stamattina i nostri attaccanti non segnavano mai, oggi hanno fatto due gol. Piano piano ci arriveremo, l’importante è continuare a macinare gioco e a credere in quello che facciamo e che proponiamo. Siamo solo all’inizio ma c’è grande fiducia. Dobbiamo anche rimettere al pari giocatori appena arrivati come Pjaca, che ha fatto la prima partita dopo qualche mese. Oggi si è acceso poco, ma quando lo ha fatto ha fatto vedere le sue capacità. In questo momento è importante ragionare di squadra, partita per partita, poi questi punti ce li ritroveremo”.

pjaca torino

SU PJACA E AKPA AKPRO: “Pjaca e Akpa non possiamo pensare che siano al top, l’unico modo per recuperarli è farli giocare per mettere minuti sulle gambe. Il mercato che finisce tardi porta a queste situazioni. Oggi è entrato bene anche un ragazzo del 2002 della primavera: è già il terzo nelle prime cinque partite e ci tengo a sottolinearlo, quindi bene così”.

SULLA ROMA: “Tutte le partite sono un’occasione. Affronteremo la Roma con la nostra identità, consapevoli che sarà un partita difficile contro una squadra fortissima.

Lascia un commento