Lazio in crisi di gol rispetto allo scorso anno, ma la “colpa” non è degli attaccanti: l’analisi

La Lazio non sta rendendo come l'anno scorso, complice di questo andamento il mancato apporto in zona gol dei centrocampisti: i dati

Immobile Lazio
5 Febbraio 2024

Simone Pagliuca - Autore

Una delle squadre che sta rendendo meno in campionato rispetto all’anno scorso è la Lazio di Maurizio Sarri. I biancocelesti, rispetto alla passata stagione, dopo 22 giornate occupano la 9ª posizione in campionato, più in basso rispetto alla 6ª dell’anno scorso. Ma il vero dato interessante riguarda le reti segnate, che l’anno scorso erano 12 in più a questo punto del campionato. Gol che, seguendo i ruoli del Fantacalcio, non mancano dagli attaccanti, bensì dai centrocampisti, come spiegato nel dettaglio studiando il rendimento dei calciatori della Lazio.

Sarri Lazio
Credits Rosito

Lazio, pochi gol dei centrocampisti in attacco

Dopo 22 partite disputate, la Lazio dell’anno scorso aveva segnato 37 reti in campionato. Ben 12 gol in più rispetto ai 25 segnati quest’anno. Se in un primo momento potrebbe venire spontaneo assegnare la colpa di questo dislivello alla quantità di marcature trovate dagli attaccanti, analizzando nel dettaglio i dati ciò che risulta è diverso.

Zaccagni Lazio
Credits Rosito

Nella passata stagione, per gli uomini di Sarri erano arrivati in totale 10 gol dagli attaccanti, 24 dai centrocampisti e 2 centri dai difensori centrali (cui si aggiunge un autogoal). Questi nello specifico i numeri dei marcatori:

ATTACCANTI:

  • Immobile: 7 gol;
  • Pedro: 3 gol.

CENTROCAMPISTI:

  • Zaccagni: 8 gol;
  • Felipe Anderson: 6 gol;
  • Luis Alberto: 4 gol;
  • Milinkovic-Savic: 4 gol;
  • Vecino: 1 gol.
  • Luka Romero: 1 gol.

DIFENSORI:

  • Romagnoli: 1 gol;
  • Casale: 1 gol.
luis alberto lazio

Quest’anno invece, per la Lazio sono arrivati 25 gol dopo 22 giornate di campionato. La suddivisione vede gli attaccanti protagonisti con 9 gol, la difesa con altre 2 reti e il centrocampo con “sole” 13 marcature. Questi i protagonisti del dato:

ATTACCANTI:

  • Immobile: 5 gol;
  • Castellanos: 2 gol;
  • Isaksen: 1 gol;
  • Pedro: 1 gol.

CENTROCAMPISTI:

  • Luis Alberto: 3 gol;
  • Zaccagni: 3 gol;
  • Vecino: 3 gol;
  • Felipe Anderson: 2 gol;
  • Guendouzi: 1 gol;
  • Kamada: 1 gol.

DIFENSORI:

  • Patric: 1 gol;
  • Pellegrini: 1 gol.

Ciò che balza subito all’occhio è dunque il minore apporto in fase realizzativa dato dal centrocampo dei biancocelesti. Oltre al basso rendimento di Zaccagni, che rispetto all’anno scorso ha segnato ben 5 reti in meno, si denota anche la mancanza di un centrocampista di inserimento come lo era Milinkovic-Savic. Il solo gol a testa trovato da Guendouzi e Kamada non stanno sopperendo alla mancanza lasciata dal serbo in mezzo al campo. Anche Luis Alberto e Felipe Anderson sono in leggero calo rispetto ai numeri dello scorso anno, contribuendo alla povertà in zona gol degli uomini di Sarri.

Lascia un commento