Torino, colpo a sorpresa dall’Inter: in arrivo Lazaro

Il Torino ha trovato l'accordo con l'Inter per il trasferimento di Valentino Lazaro

valentino lazaro inter
28 Luglio 2022

Redazione - Autore

Dopo la lite furiosa tra il ds Davide Vagnati e l’allenatore Ivan Juric, il Torino sta per piazzare un colpo di mercato a sorpresa dall’Inter: è in arrivo, infatti, l’esterno austriaco classe ’96 Valentino Lazaro.

Torino, Lazaro arriva dall’Inter in prestito

Il Torino, dopo una prima fase di stallo nel mercato in entrata, segnata dalla cessione di Gleison Bremer, alla Juventus, ha ingranato la marcia e si prepara ad accogliere un prezioso rinforzo sulla fascia : si tratta di Valentino Lazaro, in arrivo dall’Inter con la formula del prestito con diritto di riscatto.

Nella giornata di dopodomani Lazaro effettuerà le visite mediche per poi firmare il nuovo contratto con i granata. L’austriaco ha svolto la preparazione con i nerazzurri ma l’arrivo di Bellanova dal Cagliari è un chiaro segnale della società di puntare su altri profili. Lazaro farebbe fatica a trovare spazio nel 3-5-2 di Simone Inzaghi, invece nel centrocampo a 4 di Juric, andrà a garantire una soluzione di livello a destra e potrà trovare continuità. Il classe ’96 tornerà a giocare in Serie A dopo aver disputato le ultime tre stagioni in prestito.

I numeri di Lazaro nelle ultime stagioni

Nel 2020 Lazaro è passato in prestito al Newcastle United (realizzando appena 2 gol), per poi trasferirsi, nella stagione successiva, in Bundesliga, al Borussia Monchengladbach con cui ha realizzato la famosa rete con un fantastico colpo dello scorpione. Successivamente, la scorsa estate l’Inter lo ha girato nuovamente in prestito, al Benfica, club con cui Lazaro ha collezionato 29 presenze e 2 assist tra campionato, Champions League e coppe nazionali.

Adesso sta per trasferirsi in prestito al Torino, anche questa volta in prestito, dove potrà tornare a giocare in Serie A con continuità. Ivan Juric sta per avere il suo rinforzo che potrebbe dare una scossa al mercato dei granata.

A cura di Cristiano Simeti

Lascia un commento