Napoli, svelato il numero di maglia di Kim

Dopo l'ufficialità arrivata in mattinata, Kim ha scelto il numero di maglia che vestirà nella prossima stagione del Napoli

kim difensore napoli
27 Luglio 2022

Redazione - Autore

Il Napoli può accogliere a tutti gli effetti il sostituto di Koulibaly: dopo l’ufficialità arrivata in mattinata infatti, Kim ha scelto anche il numero di maglia che indosserà in questa stagione. Il sud coreano classe 1996 avrà il compito di non far rimpiangere il senegalese ai tifosi partenopei. Una missione non semplice, ma allenatore e società credono fortemente in lui. Lo stesso De Lautentiis infatti, ha dato il benvenuto a Kim definendolo “The Monster”. Un soprannome simpatico, ma che sottolinea la caratteristica principale del neo acquisto azzurro: forza fisica.

Napoli, il numero di maglia scelto da Kim

Il numero di maglia che Kim ha scelto per questa stagione di Serie A è il 3. Il numero più prestigioso da indossare se si è difensori centrali, ma che a Napoli non ha portato fortuna a chi lo ha indossato. L’ultimo calciatore che ha indossato la maglia numero 3 è stato Axel Tuanzebe. Arrivato in prestito dal Manchester United, l’inglese non ha mai convinto a pieno Luciano Spalletti che ha deciso di non puntare su di lui quest’anno.

Spalletti Napoli kim numero maglia

Prima di lui per due stagioni, 2018-19 e 2020-21, il 3 è stato indossato da Karim Zedadka, terzino sinistro algerino che non ha mai collezionato una presenza con il Napoli in nessuna competizione. Per arrivare a un giocatore che è sceso in campo con questa maglia, bisogna arrivare al 2014 quando la scelse Ivan Strinic. Il croato ha collezionato in 4 stagioni al Napoli 39 presenze, con nessuna rete all’attivo ma 4 assist e 9 ammonizioni.

I predecessori di Kim quindi, non sono entrati nella storia del club partenopeo. Sarà compito del sud coreano quindi, far diventare la maglia numero 3 una delle più pesanti da indossare se si è un giocatore del Napoli, come lo sono le maglie numero 17 e 10, divenute importanti grazie alle gesta di Hamsik e Maradona.

Lascia un commento