Juventus, Allegri prepara la rivoluzione: tutte le novità di formazione

Nonostante la vittoria contro lo Spezia, Allegri non può essere soddisfatto della prestazione della Juventus e studia un cambio di formazione

23 Settembre 2021

Redazione - Autore

Contro lo Spezia la Juventus è riuscita finalmente a portare a casa i tre punti. Una vittoria sofferta, figlia di una prestazione fatta di alti e bassi. I bianconeri, infatti, per una parte del match sono stati addirittura in svantaggio, per poi recuperare nel finale grazie ai gol di Chiesa e De Ligt.

Una prestazione che non può fare completamente felice Massimiliano Allegri, consapevole di dover lavorare ancora molto. “Abbiamo vinto con un pizzico di fortuna una partita sofferta. Abbiamo fatto bene al primo tempo, ma dopo il gol preso abbiamo rischiato troppo. Ci sono da migliorare tante cose soprattutto in fase di rifinitura, tiri in porta e gli errori in fase di uscita”, ha commentato al termine del match l’allenatore bianconero.

Da Chiesa a Cuadrado: le nuove idee di Allegri

Dopo un inizio particolarmente complesso, Allegri è ancora alla ricerca della miglior formazione da schierare in campo. Il gol del pareggio contro lo Spezia è nato da una percussione centrale di Chiesa, che dentro l’area di rigore avversaria è riuscito a vincere qualche contrasto a spedire la palla in rete. L’esterno italiano è uno dei giocatori più talentuosi in casa Juventus e allontanarlo dalla porta avversaria potrebbe essere un errore imperdonabile.

Ecco quindi che l’allenatore bianconero starebbe pensando di schierare il classe 1997 come esterno di sinistra nel 4-4-2, con licenza di accentrarsi e andare al tiro con il suo destro micidiale. Sulla fascia opposta, invece, potrebbe agire Juan Cuadrado, giocatore dalle spiccate doti offensive ma in grado di non sbilanciare troppo la squadra.

A centrocampo spazio a Locatelli e a uno tra Rabiot e Bentancur, con il francese leggermente in vantaggio. In attacco non si toccano Morata e Dybala, tra i migliori in questo inizio di stagione bianconero. Ma le novità potrebbero non essere finite qui.

L’alternativa al 4-4-2 potrebbe essere il 4-3-3 visto ad inizio stagione. In questo caso Chiesa potrebbe essere ancora di più nel vivo dell’azione, mentre Cuadrado tornerebbe ad agire da terzino destro. In questo caso oltre a Locatelli e Rabiot ci sarebbe bisogno di un terzo centrocampista. Il nome a sorpresa potrebbe essere quello di Arthur. L’ex Barcellona ha infatti caratteristiche uniche all’interno della rosa della Juventus, giocatore estremamente tecnico e in grado di legare la manovra bianconera. Per il momento il brasiliano è ancora alle prese con infortunio, ma Allegri studia la mossa che potrebbe stravolgere la squadra.

Lascia un commento