Fiorentina, Mandragora: “Mi ispiro a Casemiro. Vi dico il nostro obiettivo”

Il nuovo acquisto della Fiorentina, Mandragora, nell'intervista rilasciata a Dazn ha parlato di Italiano, dei compagni, del suo idolo e...

mandragora fiorentina
21 Luglio 2022

Redazione - Autore

Il nuovo centrocampista della Fiorentina, Rolando Mandragora, ha parlato nell’intervista rilasciata a Dazn Talks della nuova squadra, dei suoi compagni e del nuovo mister. Mandragora si è anche sbilanciato spiegando perché la scelta è ricaduta proprio sulla formazione viola parlando anche del riscatto non avvenuto da parte della sua vecchia squadra, il Torino. Di seguito le parole del nuovo acquisto della Fiorentina, Mandragora nell’intervista a Dazn.

Fiorentina, intervista a Mandragora

Il centrocampista ex Torino ha spiegato come sta procedendo la preparazione fisica a Moena con la sua nuova squadra. “Stiamo lavorando bene e con entusiasmo. Ho trovato una squadra che gioca alla grande e mi trovo perfettamente con tutti”.

Mandragora ha spiegato perché la scelta è ricaduta sulla società di Commisso: “La Fiorentina ci ha creduto più del Torino che ha deciso di non riscattarmi. Per me è stato facile scegliere: l’ambizione della società e dei tifosi sono stati fondamentali nella mia scelta”.

Cosa ne pensa il nuovo arrivato di Vincenzo Italiano? “Gli piace lavorare con entusiasmo e sui dettagli. Mi piace molto perché anche io sono così”.

Qual è il giocatore che fino ad ora lo ha maggiormente impressionato? Per Mandragora non ci sono dubbi: “Nico Gonzalez”. E sul giocatore a cui si ispira il centrocampista risponde: “Mi ispiro a Casemiro, un play fortissimo”.

Sul ruolo che preferisce Mandragora risponde: “Preferisco giocare al centro del campo come regista ma all’evenienza mi sposto anche come mezz’ala. Gol? Mi tengo basso, dico 3 per ora, poi chissà”.

E sulla stagione che sta per iniziare Mandragora conclude così: “Mi aspetto un anno che rispetta le aspettative. Giocheremo tre competizioni e non sarà semplice. L’obiettivo? Confermarsi in Europa“.

Lascia un commento