Fiorentina, Italiano: “Abbiamo dato un senso alla nostra stagione”

Al termine del match tra il Bologna e la sua Fiorentina, Vincenzo Italiano, è intervenuto nella consueta intervista post partita

10 Gennaio 2024

Alessandro Vescini - Autore

È appena terminata la gara tra Fiorentina e Bologna, valevole per i quarti di finale di Coppa Italia. I viola hanno vinto ai calci di rigore e quindi passano in semifinale. Decisivo l’errore di Posch, l’unico a fallire dagli undici metri. Come sempre l’allenatore della Fiorentina, Italiano, ha rilasciato la consueta intervista post partita dove ha analizzato in particolare la prestazione dei suoi giocatori.

italiano fiorentina

Fiorentina, l’intervista post partita di Italiano dopo la vittoria contro il Bologna

L’allenatore viola si è inizialmente espresso sulla prestazione dei suoi: “È stata una bella partita, intensa e ricca di emozioni. Potevamo chiuderla prima con diverse occasioni ma gara combattuta e giocata ad alti ritmi. Oggi credo sia stato uno spettacolo notevole e siamo contenti di aver vinto noi. Faccio i complimenti a Thiago”.

Italiano fiorentina

Successivamente ha continuato sulla rivale: Aspettiamo, Atalanta o Milan sono forte entrambe ma abbiamo dato un senso alla nostra stagione. Dire che siamo ancora in corsa in Coppa Italia lascia aperto anche questo fronte. Siamo riusciti a fare questa prima fase senza un numero di gol importante dagli attaccanti. Se riusciranno a sbloccarsi ci potranno dare una mano perché i loro gol fanno la differenza. Alla fine è il loro mestiere. Stiamo lavorando bene sotto tutti i punti di vista, abbiamo questi numeri e con i gol possiamo rimanere su questo rendimento”.

Italiano Fiorentina

Infine ha concluso la propria intervista: “Loro hanno sfruttato il tempo a disposizione per avere il dominio del gioco ma alla lunga siamo venuti fuori noi. Vorrei ricordare che loro hanno giocato un giorno prima e 24 ore fanno la differenza. Ci poteva stare anche una nostra mancanza sotto l’aspetto dell’intensità. Oggi il campo era molto scivoloso e ha complicato il nostro lavoro con la palla”.

Lascia un commento