Genoa, contro la Fiorentina un nuovo modulo: cosa cambia al fantacalcio?

Ballardini ha schierato i suoi con la difesa a 4, un cambiamento importante in ottica fantacalcio

18 Settembre 2021

Redazione - Autore

Nella sfida casalinga contro la Fiorentina, il Genoa di Ballardini è sceso in campo con un nuovo modulo. Già domenica scorsa, nel secondo tempo contro il Cagliari, l’allenatore rossoblù aveva cambiato la disposizione tattica dei suoi, passando dalla “canonica” difesa a 3 ad una difesa a 4.

Contro il Cagliari, il cambio di formazione si era rivelato una mossa vincente, con un’incredibile rimonta ottenuta negli ultimi 45 minuti. Nella partita contro la Fiorentina, invece, il Genoa è uscito sconfitto per 1-2, ma il nuovo modulo rimane un importante cambiamento in casa rossoblù. Vediamo cosa significa in ottica fantacalcio.

CRISCITO E CAMBIASO LE CERTEZZE, SCENDE NELLE GERARCHIE BIRASCHI

In porta, ovviamente, non cambia nulla, con il campione europeo Salvatore Sirigu titolare indiscusso. I due centrali schierati da titolari contro la Fiorentina sono Maksimovic e Vanheusden e la sensazione è che saranno guideranno anche nelle prossime partite. L’ex Napoli è stato acquistato in estate per portare esperienza al reparto arretrato, difficile possa perdere il posto. Il belga è invece un giovane di grande prospettiva, ma che fornisce già molte garanzie.

Sulle fasce, Ballardini ha schierato il giovane Cambiaso a destra e Criscito a sinistra. A prescindere da quale sia il modulo, il capitano del Genoa è una certezza per questa squadra e per il fantacalcio. Anche quest’anno è rigorista e proprio nella sfida contro la Fiorentina ha segnato dagli undici metri, al 98’. Per lui ci sarà sempre posto nella formazione titolare. Cambiaso è un giovane interessante, su cui Ballardini e la società puntano molto. Ha avuto spazio nelle prime partite e continuerà ad averne. Ha già messo a segno un gol e due assist.

Fares, l’eroe della rimonta ai danni del Cagliari, contro la Fiorentina è stato schierato esterno di centrocampo. Ha iniziato molto bene la sua esperienza a Genova e, se continuerà così, sarà un titolare di Ballardini. Può giocare anche terzino sinistro, con Criscito che verrebbe spostato al centro della difesa. Biraschi è il difensore che più potrebbe risentire del cambio di modulo: era titolare nella difesa a 3, ma ora sembra destinato ad un ruolo di riserva.

SICUREZZE BADELJ E ROVELLA, MELEGONI IL JOLLY

Contro la Fiorentina, Ballardini ha schierato un centrocampo a 5: Fares e Melegoni sulle fasce con al centro Touré, Badelj e Rovella. I tre centrali, al momento, sono i titolari per Ballardini. Il trio riesce ad assicurare all’allenatore rossoblù un giusto mix tra qualità e quantità. Dietro a loro, ci sono Sturaro, Behrami e Hernani, che nel corso dell’anno avranno sicuramente le loro possibilità di mettersi in mostra.

Melegoni è stata la sorpresa di giornata. Schierato da esterno a destra, ha giocato una partita ordinata e sufficiente, sacrificandosi e lottando per la squadra. Nella rosa di Ballardini può essere un jolly: è infatti capace di giocare sia al centro che sulla fascia. Potrebbe trovare più spazio grazie al nuovo modulo.

DESTRO, CAICEDO E L’ETERNO PANDEV

Schierato da unica punta contro la Fiorentina, Mattia Destro è la certezza dell’attacco genoano. Oggi ha agito da unica punta, ma quando tornerà Caicedo potrebbe giocare in coppia proprio con l’ex Lazio. Dietro a loro c’è l’eterno Pandev, una sicurezza per Ballardini. Completano il reparto Ekuban, Kallon e Buksa, che al momento partono dietro nelle gerarchie.

A cura di Emiliano Tomasini

Lascia un commento