Conferenze stampa: le parole degli allenatori in vista della 6ª giornata

Tutte le parole dei 20 allenatori di Serie A nelle conferenze stampa prima della 6ª giornata di campionato

italiano fiorentina
27 Settembre 2023

Alessandro Mammana - Autore

Neppure il tempo di respirare dopo la fine della 5ª giornata, che ne inizia già un’altra. È in programma, infatti, l’unico turno infrasettimanale di questa Serie A, che si aprirà con la sfida tra Juventus e Lecce di martedì sera. Tante sfide interessanti in mezzo, mentre a chiudere ci sarà il posticipo tra Genoa e Roma. Per non perdere nessuna indicazione, qui tutte le parole degli allenatori nelle conferenze che precedono la 6ª giornata.

Serie A, le conferenze stampa degli allenatori in vista della 6ª giornata

JUVENTUS-LECCE, martedì 26 settembre ore 20:45

ALLEGRI: LEGGI QUI LE PAROLE DI ALLEGRI

D’AVERSA: Oudin e Sansone hanno un percorso diverso: Oudin si è allenato con la squadra non facendo le partite però ha fatto più lavoro. È arrivato prima, è più avanti rispetto a Nicola. Baschirotto terzino? Come terzini ho Gendrey e Venuti che garantiscono un rendimento positivo. Venuti dal primo giorno si è allenato sempre benissimo, ha avuto la sfortuna di farsi male l’ultimo giorno di ritiro: ora sta bene, è al 100% e valutiamo il tutto. Noi come il Leicester? Sono paragoni che non possono esistere. Il Leicester aveva introiti totalmente diversi, credo il Lecce abbia ricevuto decisamente meno”. 

CAGLIARI-MILAN, mercoledì 27 settembre ore 18:30

RANIERI: l’allenatore rossoblù non interverrà in conferenza stampa.

PIOLI: l’allenatore rossonero non interverrà in conferenza stampa.

Pioli Milan

EMPOLI-SALERNITANA, mercoledì 27 settembre ore 18:30

ANDREAZZOLI: “È chiaro che l’importanza della classifica diventa un pochino più pressante, anche se, chiaramente, non definitiva. Si possono fare le cose col freno a mano oppure senza. Sicuramente la gara contro l’Inter ha detto che è meglio tirarlo giù il freno e lasciarsi andare un po’. Ci accontentiamo di procedere un pochino a rilento, se si può usare questo termine. Però di fatto siamo costretti. Abbiamo visto che la Salernitana è una squadra di qualità, come tutte quelle che partecipano a questo campionato. Hanno anche un piccolo vantaggio, che è il fatto di aver giocato venerdì mentre noi abbiamo giocato domenica. Cosa si può fare per risolvere il problema davanti alla porta? Io credo che la qualità dell’attaccante faccia la differenza naturalmente. Ma la qualità può crescere con l’armonia del gioco, per esempio, o la sinergia con i compagni e l’addestramento. Credo che poi sia un problema non facilmente superabile, perché segnare in questa categoria non è una cosa semplice. Però il lavoro al quale ci rivolgiamo penso che possa dare i suoi frutti, come del resto in passato li ha sempre dati. Per domani non so se giocherà Ranocchia. A me ha dato l’impressione di avere le qualità nelle due fasi, nella partecipazione. Può e deve migliorare, ma la predisposizione mi sembra che ci sia. Mattia Destro ha fatto un lavoro incredibile, con molto sacrificio e da solo, che è sempre rispetto al sacrificio si esalta la cosa. Quindi ha fatto un gran lavoro per arrivare ad essere nella condizione ideale. Non lo è ancora, lui ne è cosciente. Non vogliamo nemmeno esagerare, perché non vogliamo farlo tornare indietro, quindi teniamo tutte le preacuzioni necessarie per cercare nel tempo di averlo nelle condizioni per cui lo ricordiamo. Poi sulle sue qualità lui qualche pagina l’ha scritta, quindi credo che possiamo fare affidamento su di lui, con un po’ di pazienza”.

SOUSA: “La squadra sta lavorando bene, bisogna continuare a motivare e a dare fiducia a tutto il gruppo. Ci aspetta una partita difficile con l’Empoli, soprattutto perché incontriamo una squadra che ha appena cambiato allenatore, e Andreazzoli conosce bene il suo team, ma soprattutto conosce bene la Serie A; ha disputato un’ottima prova di forza contro l’Inter, e sicuramente ci sarà tanta voglia di ben figurare davanti ai propri tifosi per conquistare i primi punti del campionato. In questa stagione siamo cresciuti sotto tanti aspetti, abbiamo un maggiore possesso nella metà campo avversaria e soprattutto riusciamo a creare più occasioni da goal. Vedo la crescita, l’evoluzione e la convinzione nel lavoro, dobbiamo continuare nel nostro percorso per crescere e vincere”.

VERONA-ATALANTA, mercoledì 27 settembre ore 18:30

BARONI: l’allenatore dell’Hellas Verona non interverrà in conferenza stampa.

GASPERINI: l’allenatore dell’Atalanta non interverrà in conferenza stampa.

INTER-SASSUOLO, mercoledì 27 settembre ore 20:45

INZAGHI: “È la quarta partita in 10 giorni, con tanti giocatori che vengono dalle Nazionali, che hanno avuto tantissimi viaggi e trasferimenti. Però ho la fortuna di avere una rosa competitiva e chiaramente manca l’allenamento di oggi pomeriggio, poi deciderò come ho sempre fatto. Il Sassuolo viene da un’ottima partita, vinta con la Juventus. Hanno un ottimo allenatore, che conosco, che dà una grande organizzazione alla squadra e quindi dovremo essere bravi e determinati a fare una partita importante. Creiamo tanto, questo è un dato di fatto da tantissimo tempo, anche nella scorsa stagione. Chiaramente stiamo lavorando tanto non solo con gli attaccanti, con tutti i giocatori che abbiamo, a essere ancora più determinanti quando arriviamo in zona area delle squadre avversarie. Sappiamo che abbiamo cambiato parecchio. L’ho già detto, sono stati molto bravi quelli che erano già qua all’Inter a far capire a tutti i nuovi, sia i più giovani che quelli più grandi, come approcciarsi al mondo Inter. Vedo grandissima disponibilità, è dal 13 luglio che sia i vecchi che i nuovi stanno lavorando molto bene e con grande determinazione. I dati sono importanti, chiaramente tutta la squadra sta lavorando molto bene. Quando si parla di fase offensiva e fase difensiva bisogna pensare all’intera squadra. Per quanto riguarda la fase difensiva non solo i difensori, devo dire che tutta la squadra, centrocampisti e attaccanti compresi, stanno lavorando nel migliore dei modi. Dobbiamo continuare a far sì di poter crescere, sia in fase offensiva e difensiva, con gli allenamenti, mettendo grandissima motivazione”.

DIONISI: “La vittoria ci ha dato una bella spinta, positiva, di consapevolezza. In questo momento l’Inter è superiore, anche il miglior Sassuolo potrebbe non bastare. Domani dovremo provare a mettere in difficoltà un avversario che sembra ingiocabile. La squadra sta bene, abbiamo gestito il carico degli allenamenti in questi giorni ma stanno tutti bene. Consigli? Ieri si è allenato e oggi si allenerà con la squadra, valuteremo in base a oggi. Alessio e Andrea hanno una buona gestione della palla, Andrea ha una personalità diversa e più conoscenza della squadra, Alessio è più veloce nella decisione e ha una struttura diversa ma per me conta la personalità e in questo sono molto fiducioso. Ruan? Voleva continuare, ha avuto un problemino fisico e abbiamo preferito far entrare Viti e sono contento che abbia fatto una buona prestazione. Ruan oggi si allenerà con noi. Credo che per Volpato il percorso sia più lungo. Abbiamo parlato, ho un colloquio più continuo con i giovani. Ha qualità, il percorso non è veloce, dipenderà da lui. A Frattesi gli do una pacca sul coppino perché c’è un buon rapporto ma come con tutti. Gli faccio gli auguri per domani ed è un piacere rivederlo come è un piacere rivedere tutti quelli che ho allenato“.

LAZIO-TORINO, mercoledì 27 settembre ore 20:45

SARRI: l’allenatore biancoceleste non interverrà in conferenza stampa.

JURIC: l’allenatore granata non interverrà in conferenza stampa.

NAPOLI-UDINESE, mercoledì 27 settembre ore 20:45

GARCIA: l’allenatore del Napoli non interverrà in conferenza stampa.

SOTTIL: “Giocare subito fa bene, aiuta a non pensare troppo a quanto successo domenica per buttarsi subito sul presente che è il Napoli. Gli esterni? Sicuramente farò valutazioni e c’è solo oggi per preparare la gara, poi in base al recupero dei giocatori, alle loro caratteristiche, farò scelte. Voglio mettere un undici iniziale capace di impensierire il Napoli in attacco e che faccia una grande fase difendente. Pereyra sta crescendo, ma ci vuole ancora un po’ di tempo prima che abbia una condizione vicina al top. È un giocatore aerobico e snello quindi non credo ci vorrà molto. Lo vedo affamato e voglioso di diventare più performante e competitivo. Kabasele non ci sarà contro il Napoli, ma per Genoa ed Empoli sarà a disposizione. Le critiche? Tengo in considerazione solo quelle costruttive, so riconoscere quelle da bar. Poi ognuno è libero di dare la sua opinione, io sono concentrato sul mio lavoro e sulla squadra. Siamo consapevoli della classifica e dei risultati, ma al contempo siamo lucidi“.

Udinese Sottil conferenza stampa
Foto: Antonio Marchiol

FROSINONE-FIORENTINA, giovedì 28 settembre ore 18:30

DI FRANCESCO: “Speravamo un inizio del genere, stiamo lavorando sodo e i risultati stanno arrivando. Non sono stato fortunato nelle mie ultime esperienze, ma su questa panchina sono fiero della squadra e del lavoro che stiamo svolgendo. Non ci dobbiamo fermare qui. Questo è l’aspetto più importante da curare in questa fase: mantenere entusiasmo e consapevolezza ma continuare a lavorare con grande umiltà”.

ITALIANO: “Contro l’Udinese abbiamo conquistato tre punti molto importanti anche se non abbiamo disputato una partita entusiasmante. Stiamo avendo una concretezza ora, diversa rispetto al passato, che in questo momento sta facendo la differenza soprattutto per il fatto di aver mandato tanti uomini in zona gol. Nico Gonzalez sta bene, non è ancora al 100%, ma sarà della partita e vedremo come impiegarlo. Su Dodo sono molto dispiaciuto, sarebbe tornato in questa stagione secondo me a livelli incredibili. Perdiamo un grande calciatore, tornerà sicuramente più forte di prima. Il Frosinone sta facendo molto bene in questo avvio di stagione e sta facendo i risultati attraverso il gioco ed una proposta interessante. A Frosinone, così come in altre piazze delle neopromosse, non ci sono più partite semplici e ovunque giochi devi lottare. Loro hanno grande entusiasmo, il loro stadio spingerà moltissimo. Sono una squadra temibile e da affrontare con la massima attenzione. Sono molto soddisfatto per il rendimento offensivo della squadra perché proviamo tante situazioni di gioco in allenamento. Cerchiamo di riempiere l’area di rigore avversaria con tanti uomini. I gol degli attaccanti e degli esterni arriveranno, in questo momento godiamoci questa concretezza che in passato ci mancava”.

Italiano Fiorentina

MONZA-BOLOGNA, giovedì 28 settembre ore 18:30

PALLADINO: l’allenatore del Monza non interverrà in conferenza stampa.

MOTTA: “Metteremo in campo la migliore squadra per affrontare il Monza. Non possiamo contare su Lucumi e Posch che speriamo possano rientrare il prima possibile. La loro assenza dà, però, la possibilità ad altri di sfruttare la loro occasioni. El Azzouzi e Orsolini, come tutti gli altri, sono opzioni per domani. Questi due giocatori sono entrati molto bene nella scorsa partita e potrebbero avere occasione dall’inizio. Bonifazi o Calafiori? Kevin e Riccardo sono pronti per giocare. Domani vedrete che chiunque inizierà la partita, io sono sicuro contribuirà. Entrambi possono farlo in questo momento. Saelemaekers? Sta migliorando nella forma. È arrivato con grande entusiasmo, si è inserito bene nel gruppo: vedremo domani se inizierà o parteciperà a gara in corso.

GENOA-ROMA, giovedì 28 settembre ore 20:45

GILARDINO: “Domani ci saranno rotazioni, a causa dei match ravvicinati. Penso alle ultime due gare dove abbiamo fatto una grandissima partita in casa col Napoli. A Lecce sappiamo che si doveva fare meglio in termini di valutazioni in campo con qualche episodio sfavorevole. Non abbiamo mollato di un centimetro. Va riconosciuto che la squadra è viva. Ai ragazzi ho detto che ho visto una squadra che sta bene e che vuole lottare e giocare la partita. Ekuban da valutare, Vogliacco mi auguro di averlo la prossima settimana. Non sono preoccupato perchè si lavora con i ragazzi e vogliamo cercare di cambiare alcune situazioni tattiche. Momento difficile? So quello che sto facendo, lavoro 24 ore su 24″.

MOURINHO: l’allenatore giallorosso non interverrà in conferenza stampa.

Lascia un commento