Serie A, 7 ballottaggi a cui fare attenzione in vista della 12ª giornata

Da Belotti e Sanabria fino a El Shaarawy e Mkhitaryan: sette ballottaggi da tenere d'occhio al fantacalcio in vista della 12ª giornata

5 Novembre 2021

Redazione - Autore

La 12ª giornata di Serie A è alle porte: al Fantacalcio è arrivato il momento di fare le ultime scelte e schierare la formazione. Schiero uno o schiero l’altro? Chi lascio in panchina? Andiamo alla scoperta dei sette ballottaggi a cui prestare attenzione.

I 7 BALLOTTAGGI DELLA 11ª GIORNATA

SCAMACCA-DEFREL (SASSUOLO) – Alla Dacia Arena sarà una sfida importante per il centro della classifica. Dopo la deludente prestazione contro l’Empoli, Scamacca dovrebbe avere una nuova chance dal primo minuto. La sfida è alla portata ed è una buona vetrina per iniziare a farsi considerare da Mancini per la nazionale. Anche se dovesse cambiare la scelta dal primo minuto, siamo convinti che sia meglio scommettere su 30 minuti di Scamacca invece che 60 di Defrel.

QUAGLIARELLA-GABBIADINI (SAMPDORIA) – Il grande dubbio di D’Aversa per la sfida contro il Bologna è su chi affiancare a Caputo. Seguendo la rotazione delle ultime giornate, dovrebbe toccare a Fabio Quagliarella l’occasione di partire titolare e provare a risollevare la Samp dopo il ritiro. Viste le difficoltà del Bologna in trasferta, questa è la giornata perfetta per schierare Quagliarella che è a caccia del secondo gol stagionale.

BELOTTI-SANABRIA (TORINO) – Questo è uno dei ballottaggi che troveremo più spesso durante la stagione. Per Juric hanno la stessa importanza e si alterneranno per tutta la stagione. Belotti è più avanti nel ballottaggio e sembra aver recuperato totalmente dagli acciacchi di inizio stagione. Già in gol all’ultima giornata, questa è l’occasione per dare continuità alle sue prestazioni. Se li avete entrambi, meglio il gallo per questa sfida, ma gli si può anche affiancare Sanabria se le vostre altre scelte non sono di alto livello.

EL SHAARAWY-MKHITARYAN (ROMA) – Come quello tra Belotti e Sanabria, il tandem dei trequartisti della Roma è molto presente in questo periodo. Il titolare nella gerarchia è l’armeno, ma le sue deludenti prestazioni hanno fatto ricredere Mourinho. El Shaarawy è stato più volte decisivo entrando dalla panchina e potrebbe finalmente giocare dal primo minuto. Anche in questo caso, essendo di ruoli diversi, potete schierarli entrambi e sperare in una reazione della Roma alla sconfitta col Milan. Col Venezia entrambi sono a rischio bonus.

CALHANOGLU-VIDAL (INTER) – Il match di cartello di questa giornata vede il derby di Milano. Il dubbio di Inzaghi è sul centrocampo. Entrambi non stanno vivendo un buon periodo, Vidal per qualche problema fisico, Calhanoglu sembra invece ancora non al centro del progetto. Il turco dovrebbe partire dal primo minuto, quindi per i più temerari si può scommettere sul classico gol dell’ex. Vidal in questo tipo di partite è meglio evitarlo: la velocità del Milan e la sua aggressività possono portare a qualche malus pesante.

ILICIC-MALINOVSKYI (ATALANTA) – Altro ballottaggio bollente è quello tra i due mancini dell’Atalanta. Contro il Cagliari, ultimo in classifica, è una partita importante per rimanere agganciati alle prime posizioni. Gasperini potrà fare affidamento su un rinato Ilicic, che sta vivendo un momento di grande forma. Malinovskyi potrebbe partire dietro allo Sloveno in questa sfida, ma potrebbe anche affiancarlo a partita in corso. Quando si tratta di due giocatori di così alto livello, si può puntare su entrambi. Dovendo scegliere, Ilicic è quello che può dare più soddisfazioni in questo periodo.

DE LIGT-BONUCCI (JUVENTUS) – Non è un derby, ma la sfida tra queste due squadre ha sempre grande fascino. Il duro compito di marcare Vlahovic è un incubo per ogni difensore. A questo giro dovrebbe toccare a De Ligt, che sembra quello più in grado di reggere l’urto del potente attaccante serbo. Bonucci invece, come tutta la squadra, sta facendo grandissima fatica in campionato. Se dovete scegliere uno tra i due difensori della Juve, puntate sull’olandese.

A cura di Alberto Ferri

Lascia un commento