Fantamondiale, i consigli per Portogallo-Svizzera: chi schierare, il migliore ed il peggiore

Consigli Fantamondiale, i giocatori da schierare per Portogallo-Svizzera, il migliore e il peggiore della partita: tutti i consigli

6 Dicembre 2022

Redazione - Autore

L’ultimo ottavo di finale di questi Mondiali sarà Portogallo-Svizzera, martedì 6 dicembre alle 20:00. La squadra di Fernando Santos ha concluso il gruppo H al primo posto nonostante l’ultima sconfitta contro la Corea del Sud. La Svizzera, invece ha concluso il proprio girone alle spalle del Brasile battendo nello scontro diretto la Serbia e consolidando il secondo posto. La partita vede favoriti i lusitani, ma le ultime prestazioni della Svizzera preannunciano una sfida molto insidiosa per la squadra di Cristiano Ronaldo. La vincente di questo ottavo affronterà la vincente di Spagna-Marocco nei quarti di finale di questo Mondiale. Di seguito, tutti i consigli di Portogallo-Svizzera per il fantamondiale.

Le formazioni ufficiali di Portogallo-Svizzera

Portogallo (4-3-3): Diogo Costa; Dalot, Rúben Dias, Pepe, Cancelo; Otávio, William Carvalho, Bruno Fernandes; Bernardo Silva, Gonçalo Ramos, João Félix. Commissario tecnico: Fernando Santos.

Svizzera (4-2-3-1): Sommer; Fernandes, Schär, Akanji, Rodríguez; Freuler, Xhaka; Shaqiri, Sow, Vargas; Embolo. Commissario tecnico: Murat Yakin.

Fantamondiale, i consigli per Portogallo-Svizzera

L’ottavo di finale fra Portogallo e Svizzera decreterà l’avversario della vincente tra Spagna e Marocco. Entrambe le squadre hanno collezionato una sola sconfitta nella fase a gironi, i lusitani hanno ottenuto una sconfitta “indolore” nell’ultima gara del girone contro la Corea del Sud, mentre la Svizzera è stata sconfitta dal Brasile fermato sullo 0-0 fino al minuto 83. Dalle prestazioni delle due nazionali quella di martedì sarà una gara molto più equilibrata e insidiosa di quella che sembra analizzando la differenza tra le due rose.

Consigli Fantamondiale Portogallo-Svizzera, 4 giocatori da schierare

BRUNO FERNANDES (Portogallo) – Il centrocampista del Manchester United è stato fino ad ora l’uomo più decisivo per la propria nazionale con 2 gol e 2 assist nelle prime due partite del Mondiale, rimanendo fuori contro la Corea del Sud per turnover. Difficile quindi non consigliarlo per questi ottavi di finale.

Bruno Fernandes Portogallo

BREEL EMBOLO (Svizzera) – L’attaccante nato in Camerun fino ad ora ha realizzato due reti in questo Mondiale, proprio contro il Camerun nell’esordio Mondiale e successivamente contro la Serbia nello scontro diretto per il secondo posto. Nel 4-2-3-1 molto equilibrato di Yakin è la punta avanzata e osservato speciale per la difesa portoghese che dovrà limitarlo ad ogni costo.

CRISTIANO RONALDO (Portogallo) – CR7 partirà dalla panchina. Santos ha deciso di usare l’attaccante portoghese come arma a partita in corso. Molto dipenderà da come si svilupperà la gara contro la Svizzera, ma Ronaldo farà il suo ingresso in campo, soprattutto se la partita sarà in equilibrio.

RAFAEL LEAO (Portogallo) – L’attaccante del Milan è la “carta” che Santos utilizza dalla panchina per cambiare le partite che non si sbloccano. Quella contro la Svizzera potrebbe essere la classica gara chiusa ed equilibrata che il classe ’99 grazie alla sua velocità e freschezza potrebbe sbloccare. Inoltre il numero 15 del Portogallo è già andato a segno contro il Ghana subentrando al 77′.

Rafael Leao Portogallo

Portogallo-Svizzera, il migliore ed il peggiore della partita

CRISTIANO RONALDO (Il migliore) – Come detto in precedenza CR7 non ha bisogno di presentazioni e spesso nelle partite “da dentro e fuori” è decisivo. Contro la Svizzera non sarà affatto una partita facile, ma la rosa dei lusitani è numerosa e più forte di quella degli elvetici.

SILVAN WIDMER (Il peggiore) – Il terzino ex Udinese è impiegato a destra nella rosa elvetica. Contro la Serbia ed in generale nelle precedenti partite è sembrato quello più in difficolta fra gli 11 in campo. Il Portogallo dalla sua parte schiererà Cancelo e Joao Felix, giocatori molto bravi nel saltare e puntare l’uomo. Per questo lo svizzero potrebbe andare in difficoltà già dall’inizio della partita.

Lascia un commento