Serie A, 5 azzardi al fantacalcio per la 14ª giornata

26 Novembre 2021

Luca Bendoni - Autore

Dopo tre giorni di gioie e dolori per le italiane nelle coppe europee, tra le vittorie di Milan, Inter, Lazio e Roma, e le sconfitte di Juventus e Napoli, la Serie A è ora pronta a tornare. E con lei anche il fantacalcio.

Già venerdì sera arriverà infatti il fischio d’inizio della quattordicesima giornata. Si parte con Cagliari-Salernitana alle 20:45: una sfida fondamentale in chiave salvezza. I due big match di questo turno, Juventus-Atalanta e Napoli-Lazio, si giocheranno rispettivamente sabato alle 18:00 e domenica alle 20:45.

Sarà quindi fondamentale ricordarsi di schierare per tempo la formazione, senza farsi cogliere impreparati. E consapevoli, soprattutto, che i bonus possono arrivare anche da giocatori inaspettati. Le cosiddette sorprese. Di seguito, ve ne proponiamo cinque, con un buon livello rischio. Degli azzardi, insomma. Da provare, in questa quattordicesima di Serie A.

Fantacalcio, gli azzardi per la 14a giornata di Serie A

NAITHAN NANDEZ (Cagliari-Salernitana) – Il tasso tecnico della squadra rossoblù è molto alto per le zone di classifica in cui navigano. 7 punti, diciannovesimo posto in classifica. Non ultimi solo per la differenza reti, a parità di punteggio, proprio con la Salernitana. La gara sarà fondamentale per la lotta salvezza e Nandez scalpita: finora due assist in 12 presenze, fantamedia del 6,12. Un buon bottino, ma migliorabile. Potrebbe averne l’occasione.

DARKO LAZOVIC (Sampdoria-Hellas Verona) – L’esterno serbo è da anni una certezza per la corsia laterale gialloblù. Spinta e cross, che spesso si tramutano in assist. Già tre in questa stagione – e la fantamedia del 6,42. Contro la Samp ci si aspetta una partita molto “mobile”: l’ideale per lui. Puntarci potrebbe rivelarsi una grande mossa.

DAVID OKEREKE (Venezia-Inter) – E’ la variabile impazzita alla corte di Paolo Zanetti. L’asso nella manica, la carta che risolve le partite. Rapidissimo, puntuale quando serve, e soprattutto decisivo. I suoi quattro gol segnati finora pesano come macigni (hanno regalato 9 punti, tra Roma, Bologna e Empoli). In rete nelle ultime due giornate, non vuole certo fermarsi qui. E magari potrebbe incidere (difficile, certo: è un azzardo) anche contro l’Inter, con uno dei suoi strappi.

ARTHUR THEATE (Spezia-Bologna) – Le sue prestazioni hanno stupito tutti: 9 presenze, 2 gol, un assist e la fantamedia del 7 spaccato. Da difensore centrale. Dopo un inizio scoppiettante, però, il classe 2000 sembra essersi un attimo fermato. Comunque, è indiscutibile la sua voglia di ritrovare la condizione delle prime giornate. Se vi piace il rischio, dategli una chance.

MBALA NZOLA (Spezia-Bologna) – Dall’altra parte del campo, marcato proprio da Theate, ci sarà l’attaccante francese, mago delle doppiette. L’ultima contro l’Atalanta, la scorsa partita. Alla seconda stagione in A, ormai abbiamo imparato a conoscerlo: è discontinuo, può farne due, come uscire dal campo con il 5 in pagella. Prendere o lasciare. E, per questo turno, scegliere l’opzione “prendere” potrebbe essere una scelta fortunata.

Lascia un commento