Bomber low-cost: 7 attaccanti che potrebbero arrivare in doppia cifra

Occasioni in sconto, scommesse e possibili nuovi "Caputo": sette idee a buon prezzo per l'attacco

31 Agosto 2021

Paolo Borella - Autore

La differenza al fantacalcio la fanno i top di reparto, è vero. Specie in attacco, azzeccare il bomber adatto che supera i 20 gol, può significare garanzia di arrivare sul podio e giocarsela per la vittoria finale. Spesso però, nelle leghe a 10 o più partecipanti, è decisivo avere un attacco completo e fatto di molti titolari, per avere alternative e armi diverse durante la stagione.

Per questo, cerchiamo di scoprire 7 attaccanti che possono fare la differenza, pur venendo pagati poco (o meno degli altri della stessa fascia). I cosiddetti “bomber di provincia” (ricordate il primo anno di Caputo all’Empoli?) che possono segnare quel gol in uno scontro salvezza o contro una big e svoltarvi la giornata. Cerchiamo di trovare i possibili candidati per la stagione in partenza.

7 attaccanti low cost su cui puntare all’asta

Leonardo Mancuso (Empoli) – A proposito di Caputo, come avremmo potuto non partire da Mancuso dell’Empoli? Per la prima volta in Serie A all’età di 29 anni, l’attaccante milanese è un’idea da non sottovalutare per l’asta. 13 e 20 gol nelle ultime due stagioni in Serie B parlano per lui, può essere una scommessa molto interessante. Ha segnato contro la Juventus e il prezzo si alzerà, ma resta un’ottima scelta.

Roberto Piccoli (Atalanta) – L’attaccante classe 2001 doveva tornare allo Spezia, ma alla fine resterà nell’Atalanta di Gasperini. Lammers è partito e lui può avere spazio, specie in queste prime giornate grazie all’infortunio di Zapata. Contro il Torino è già stato decisivo, può essere un’ottima alternativa a pochi crediti.

Francesco Forte (Venezia) – Il profilo di Forte è molto simile a quello di Mancuso, anche se le aspettative per l’attaccante del Venezia sono inferiori. Attenzione però a sottovalutarlo, viene da 17 e 14 gol nelle ultime due stagioni di Serie B. Partito titolare contro il Napoli, è rimasto in panchina nella sconfitta di Udine. Ma Zanetti lo conosce bene e potrebbe dargli presto ancora fiducia.

Musa Barrow (Bologna) – L’attaccante gambiano è un nome sottovalutato in vista dell’asta per colpa di alcune occasioni da gol sbagliate di troppo e un feeling con il ruolo di punta mai trovato. Con l’arrivo di Arnautovic si sposterà sulla fascia e può essere un bene, lì aveva trovato 9 gol nei primi 6 mesi con il Bologna. Non è partito al meglio, ma non è una follia credere ancora in lui e può essere un affare in termini di rapporto qualità-prezzo.

Matteo Politano (Napoli) – Quanti non punteranno su Politano dopo che sul listone è passato da centrocampista ad attaccante? Tale scelta potrebbe anche essere sensata, ma a un buon prezzo non è da sottovalutare. Ha segnato 9 gol nella scorsa stagione, pur non partendo sempre da titolare. Ha ritrovato Spalletti che lo apprezza…da terzo slot (basso) o da quarto, ha senso cercare di inserirlo in un attacco già assestato.

Felipe Caicedo (Genoa) – Nelle scorse stagioni è sempre stato acquistato come l’alternativa a Immobile nella Lazio. Ora però sarà spesso titolare con Ballardini e può finalmente giocare con continuità. Il senso del gol non gli è mai mancato, sarà lui a trovare le reti decisive per i rossoblù? Trovati 3 o 4 titolari importanti davanti, è una buona scelta per completare l’attacco senza spendere cifre folli.

Fabio Quagliarella (Sampdoria) – Conosciamo tutti le qualità di Quagliarella, anche al fantacalcio, ma negli ultimi anni sono sempre di più i dubbi legati a lui a causa dell’età. Nonostante i 38 anni, va in doppia cifra da cinque stagioni consecutive. In Coppa Italia ha già impressionato, nonostante le due sfide a secco in Serie A. Ci sono dubbi per l’arrivo di Caputo? Ve lo regalano? Voi non pensateci due volte e provate ad aggiudicarvelo, è anche rigorista.

Lascia un commento