Serie A, le squadre più prolifiche in zona Cesarini

Roma, Udinese e non solo: quanti gol allo scadere! La classifica delle squadre che hanno segnato più gol in zona Cesarini

sanchez inter
10 Maggio 2022

Redazione - Autore

È il 13 dicembre del 1931: allo Stadio Filadelfia di Torino va in scena Italia-Ungheria, incontro valido per la Coppa Internazionale. Al 90′ minuto il punteggio è fermo sul 2-2, quando Renato Cesarini, attaccante oriundo della nazionale, realizza il gol che regala la vittoria agli azzurri. È proprio in quell’occasione che nasce la locuzione Zona Cesarini, che ancora oggi dopo oltre novant’anni, riecheggia tra le telecronache calcistiche. Ma quali sono le squadre di Serie A che hanno segnato di più in zona Cesarini?

Le squadre più prolifiche in zona Cesarini

Di seguito, le prime 3 posizioni delle squadre che hanno segnato di più nei minuti di recupero.

1) UDINESE – 8 GOL IN ZONA CESARINI

L’Udinese di Cioffi comanda questa speciale classifica con 8 reti nel recupero. Di queste, 4 hanno portato punti: una contro l’Atalanta, realizzata da Beto (94′). Altre 2 contro il Torino, di Molina (93′) e Pussetto (97′), che hanno regalato la vittoria ai bianconeri. L’ultima a Venezia, di Becao (94′), che con un colpo di testa ha regalato i tre punti ai friulani.

Becao Udinese

2) ROMA – 7 GOL IN ZONA CESARINI

La Roma insegue al secondo posto con 7 reti allo scadere. 5 di queste sono state anche decisive: basta pensare ai gol vittoria di El Shaarawy (93′) ed Abraham (99′), rispettivamente contro Sassuolo e Spezia, o alle reti di Pellegrini (94′), Cristante (94′) e ancora di El Shaarawy (91′) che hanno consentito alla Roma di acciuffare il pareggio ad Udine, Reggio Emilia e a Napoli.

el shaarawy roma

3) ATALANTA, LAZIO, SPEZIA, INTER – 6 GOL IN ZONA CESARINI

Atalanta, Lazio, Inter e Spezia chiudono il podio con 6 reti nel recupero. Per quanto riguarda la Dea, 2 di queste sono state fondamentali ai fini della classifica: quella di Piccoli (93′) nella trasferta di Torino e quella di De Roon (94′), che ha pareggiato i conti contro la Lazio.

Capitolo Lazio: i biancocelesti, in zona Cesarini, hanno evitato la sconfitta pareggiando a Torino con il gol di Immobile (91′) e contro l’Empoli. In quell’occasione Milinkovic-Savic (93′) ha scansato la disfatta dei suoi, realizzando il gol del definitivo 3-3. Nel girone di ritorno è stato ancora Immobile (91′) ad evitare nuovamente la sconfitta, sempre contro i granata di Juric: 1-1 il risultato finale. Acerbi, invece, è stato protagonista del contestatissimo gol in presunto fuorigioco che ha portato la Lazio alla vittoria di La Spezia per 3-4.

immobile lazio

Tre vittorie pesantissime, invece, per lo Spezia. La prima nello scontro diretto per la salvezza, a Venezia, deciso da Bourabia (94′). La seconda, ancor più pesante, a San Siro contro il Milan grazie ad un contropiede finalizzato da Gyasi (96′). Ancora Gyasi (94′), infine, ha punito il Venezia nella gara di ritorno. Inutili, ai fini della classifica, le altre reti.

gyasi spezia

Concludiamo con l’Inter di Simone Inzaghi, in particolare con Alexis Sanchez. Il cileno ha un feeling particolare con il minuto 93: a Torino, a La Spezia e contro l’Empoli, El Nino Maravilla ha timbrato il cartellino sempre 3 minuti dopo il 90′.

sanchez inter

Fondamentale il gol contro i granata, che ha permesso ai nerazzurri di raggiungere il pareggio.

Lascia un commento