Serie A, 7 ballottaggi a cui fare attenzione al Fantacalcio per la 7ª giornata

Ecco i principali ballottaggi della 7ª giornata: tra chi va schierato e chi - nel dubbio - è meglio evitare

Immobile Lazio
1 Ottobre 2021

Redazione - Autore

Mancano poche ore all’inizio della 7ª giornata di Serie A: bisogna affrettarsi nella consegna delle formazioni al Fantacalcio. Nelle ultime settimane molte squadre sono state sottoposte a dei tour de force, ecco perché c’è da aspettarsi una gestione delle energie particolare da parte degli allenatori del campionato, con conseguenti turnover. Per evitare possibili errori prima di schierare, vi proponiamo i protagonisti dei principali ballottaggi e come gestire i casi più delicati.

KOSTAS MANOLAS e AMIR RRAHMANI (Napoli)

Il bello e il cattivo tempo dei partenopei. Già, perché se da una parte Rrahmani si è rivelato una vera e propria sorpresa in questo inizio di stagione per il Napoli, dall’altra bisogna ricordare che è Manolas il sacrificato nella coppia difensiva. Non a caso, nella gara di Europa League persa contro lo Spartak Mosca è stato proprio il greco a scendere in campo, disputando una partita piena di errori. Ecco quindi che scalpita di nuovo l’ex Verona, schierabile anche in una partita difficile come la trasferta con la Fiorentina. Nel dubbio, invece, meglio evitare Manolas: rischia di non prendere voto e, in ogni caso, potrebbe fare di nuovo acqua da tutte le parti.

ADAM MARUSIC e MANUEL LAZZARI (Lazio)

La Lazio di Sarri è rinata e non ha intenzione di fermarsi. Anche a Bologna i biancocelesti cercheranno i tre punti, contro una squadra che soffre molto sulla fascia. I due terzini sono in ballottaggio, ma entrambi hanno possibilità di prendere voto. Non lasciateli fuori: il testa a testa sulla corsia destra continuerà ancora per molto e sia Lazzari che Marusic daranno il massimo per scalare le gerarchie.

MATTIA ARAMU e DAVID OKEREKE (Venezia)

I protagonisti del pareggio contro il Torino: uno ha conquistato il tiro dal dischetto, l’altro l’ha trasformato. Zanetti, però, sembra non avere intenzione di schierarli insieme neanche a Cagliari. Il ballottaggio stavolta è apertissimo. Aramu è un’ottima suggestione, specialmente perché i rigori sono dalla sua parte: ha dimostrato di poter incidere anche negli ultimi minuti, sia in Serie A che al Fantacalcio. Okereke sta portando buone prestazioni, ma rischiate di schierare un attaccante che giocherà solo l’ultima frazione di gara. Virate altrove se avete di meglio.

DEJAN KULUSEVSKI e MOISE KEAN (Juventus)

L’emergenza nell’attacco bianconero non è ancora superata. Chiesa è imprescindibile, quindi l’altro posto spetta necessariamente a uno tra Kulusevski e Kean. Gli ultimi derby della Mole hanno sempre sorriso alla Juventus, ma questa volta le quotazioni del Torino sono più alte, visto soprattutto il buon periodo di forma e il fattore casa. Lo svedese è in un periodo di forma pessimo in Serie A, si può schierare come azzardo al Fantacalcio ma rischia un brutto voto anche da subentrato. L’attaccante azzurro, invece, è l’unico centravanti a disposizione di Allegri e dovrà sfruttare al meglio ogni occasione per risalire le gerarchie. Già consigliato la scorsa settimana, potete dargli nuovamente fiducia.

HENRIKH MKHITARYAN e STEPHAN EL SHAARAWY (Roma)

Roma è caduta. No, non si parla dell’assedio dei visigoti, ma quello delle aquile della settimana scorsa nel derby della Capitale. Mourinho non si abbatte facilmente e giocherà tutte le carte a sua disposizione per rialzarsi a testa alta contro l’Empoli. Nonostante nel ballottaggio sulla fascia sinistra Mkhitaryan sia momentaneamente in vantaggio, la gara può essere ricca di gol e anche El Shaarawy è schierabile. D’altronde, da subentrato sa fare ancora più male.

RUSLAN MALINOVSKYI e JOSIP ILICIC (Atalanta)

L’Atalanta sta iniziando a carburare e così anche i suoi trequartisti. Contro l’Inter, Malinovskyi ha fatto una prestazione sontuosa e vuole ripetersi anche nella gara con l’altra milanese. Il Milan, però, è storicamente un cliente più comodo per Ilicic, che sgomita sulla trequarti per un posto da titolare. Sono da schierare entrambi: l’ucraino senza timore, mentre l’ex Fiorentina sa far male anche partendo dalla panchina.

VEDAT MURIQI e CIRO IMMOBILE (Lazio)

C’è apprensione in casa Lazio per l’attaccante della nazionale italiana, costretto al cambio nella gara di Europa League per un problema fisico. Non sembra essere niente di grave, ma in ogni caso Muriqi è già stato allertato perché Sarri vorrebbe preservare Immobile. Inutile dire che anche con minime possibilità di giocare, il campione d’Europa va schierato – fate attenzione però a coprirvi. Il kosovaro, invece, non ha un buon feeling con il gol: non lanciatelo ad occhi chiusi solo perché è la punta della Lazio: se avete di meglio potete lasciarlo in panchina.

A cura di Gabriele Ragnini

Lascia un commento