Atalanta, Gasperini: “De Ketelaere e Kolasinac? Stanno meglio di quello che pensavamo”

Alla vigilia di Milan-Atalanta, valido per i quarti di finale di Coppa Italia, Gian Piero Gasperini è intervenuto in conferenza stampa

Gasperini intervista Atalanta
9 Gennaio 2024

Rosario Savoca - Autore

Nelle ultime cinque edizioni l’Atalanta ha raggiunto due volte la finale di Coppa Italia: nel 2019 contro la Lazio, nel 2021 contro la Juventus. In entrambi i casi i nerazzurri sono usciti sconfitti, lasciando sempre la sensazione di tenere al trofeo in modo particolare. Per continuare a sognare di alzarlo quest’anno, devono prima strappare al Milan il pass per le semifinali. Affronteranno infatti i rossoneri nei quarti di finale in programma a San Siro mercoledì 10 gennaio alle ore 21:00. Alla vigilia di Milan-Atalanta, Gian Piero Gasperini è intervenuto in conferenza stampa presentando l’incontro.

La conferenza stampa di Gasperini pre Milan-Atalanta

Innanzitutto Gasperini ha così esordito davanti ai giornalisti: “Il calcio è forse l’unico sport dove c’è anche il pareggio, ma domani qualcuno deve uscire vincitore. Abbiamo preparato i rigori? Nel girone d’andata siamo stati l’unica squadra a non aver avuto un rigore a favore, ma non siamo stati molto abili a evidenziare certi episodi. Dopo la Roma? Abbiamo speso tanto, anche perché siamo arrivati tardi a casa ma non ci sono alibi”.

gasperini atalanta

Poi ha analizzato: “”Il Milan in casa è una squadra forte, è una squadra di assoluto valore. Sembra aver superato anche il momento di difficoltà. Hien? Ha bisogno di un po’ di rodaggio ma atleticamente sta bene. Nostro obiettivo? Andare in Champions League, non possiamo vincere lo scudetto e mi dispiace. Comunque vogliamo anche giocarci la Coppa Italia”.

Infine Gasperini ha così concluso la conferenza stampa: “De Ketelaere e Kolasinac stanno meglio di quanto pensavamo, se dovessimo convocarli saranno a disposizione. Come scelgo gli attaccanti? In base alla condizione ma anche all’avversario. Anche per i portieri cerco di seguire il momento. Carnesecchi ha fatto bene con la Roma e Musso sta facendo meglio dello scorso anno. Muriel? Con le cinque sostituzioni tutti usano i giocatori d’attacco nel finale, è il calcio moderno. Vediamo chi giocherà”.

Lascia un commento