Serie A, i rigoristi squadra per squadra da comprare al Fantacalcio

I rigoristi della Serie A e al Fantacalcio: l'elenco aggiornato dei tiratori designati delle 20 squadre di Serie A

Immobile Lazio
5 Settembre 2022

Redazione - Autore

Al fantacalcio è fondamentale puntare e avere in squadra i rigoristi della Serie A. Tra le tante strategie che si possono adottare nel corso dell’asta, una delle più comuni è infatti la scelta di puntare sui rigoristi delle 20 squadre di Serie A. Averli in squadra, infatti, significa avere ogni domenica un potenziale +3. Dal momento che i battitori sono quasi sempre gli stessi, avremo la certezza che il nostro giocatore, in caso di rigore guadagnato dalla sua squadra, si presenterà dagli undici metri e avrà possibilità di regalarci bonus importanti.

Nel corso della stagione, però, abbiamo visto che diverse squadre, avendo a disposizione svariati piedi di qualità, non hanno avuto un solo prescelto per i penalty, bensì due o addirittura tre. In una gara può succedere che il rigorista numero uno sia sostituito o non se la senta di calciare, perciò deve esserci sempre un sostituto pronto a prendersi la responsabilità. Anche per questo è molto importante conoscere le gerarchie delle formazioni.

Tante squadre hanno portato più di un calciatore a battere un rigore. Basti pensare alla Fiorentina, che ha visto calciare Vlahovic, quando ancora vestiva la maglia viola, Biraghi, Cabral, Piatek e Nico Gonzalez. Un altro esempio è quello del Milan. Per i rossoneri il primo sulla lista era Kessié, ma nel corso del campionato hanno calciato anche Giroud, Ibrahimovic e Theo Hernandez. Di seguito, tutti i rigoristi della Serie A e le rispettive gerarchie.

Serie A: tutti i rigoristi per il fantacalcio

ATALANTA: Muriel – Zapata – Malinovskyi

Per quanto riguarda la squadra allenata da Gasperini c’è l’imbarazzo della scelta, i giocatori dotati di buone capacità balistiche sono infatti molti. Tra questi il prescelto che si assume la responsabilità dagli undici metri è sicuramente il colombiano Luis Muriel. Lo segue in gerarchia Duvan Zapata e, in assenza di entrambi, sarà Ruslan Malinovskyi a calciare dal dischetto.

BOLOGNA: Arnautovic – Orsolini – Sansone

Marko Arnautovic, oltre ad esser diventato un punto di riferimento in campo, ha anche scavalcato Riccardo Orsolini tra le gerarchie dei rigoristi a Bologna. Nella sconfitta del Dall’Ara contro il Sassuolo, però, dagli undici metri ci è andato proprio il centrocampista italiano che ha trasformato il penalty del definitivo 1-3. In caso di assenza di entrambi, è Sansone a presentarsi dal dischetto.

Arnautovic Bologna

CREMONESE: Ciofani – Dessers – Di Carmine

La Cremonese ha utilizzato diversi rigoristi quest’anno ma il primo designato è Daniel Ciofani, che in Serie B in questa ultima stagione ne ha trasformati 2 su 4. L’alternativa potrebbe essere il nuovo acquisto Dessers, dato che Ciofani parte dietro nelle gerarchie. Anche Samuel Di Carmine, rigorista di esperienza, è piuttosto affidabile.

EMPOLI: Bajrami – Destro

L’Empoli di Andreazzoli è una di quelle squadre che si concede spesso la libertà di cambiare rigorista, a seconda della partita e del momento. Lo scorso anno sono stati calciati da Pinamonti, Bajrami e Cutrone. Per la nuova stagione sarà probabilmente confermato l’albanese, insidiato però dal neo-acquisto Destro.

FIORENTINA: Nico Gonzalez – Jovic – Biraghi

Anche la Fiorentina di Italiano, come anticipato pocanzi, tende molto a cambiare, specie dopo l’addio di Dusan Vlahovic. Sul dischetto dovrebbe andare Nico Gonzalez, ma in sua assenza spetterà a Luka Jovic (anche se pesa l’errore contro la Juve). Dopo il serbo, poi, ci dovrebbe essere il capitano Cristiano Biraghi.

INTER: Lukaku – Calhanoglu – Lautaro Martinez

Da quando è arrivato all’Inter Hakan Calhanoglu ha freddato dal dischetto Milan, Napoli e Juventus, non male affatto. Pensare che il primo rigore della sua carriera l’ha segnato nel 2012 ad Alessio Cragno, allora portiere dell’U19 Italiana, destino? Dopo di lui nelle gerarchie vengono Romelu Lukaku, tornato all’Inter quest’estate, e a seguire Lautaro Martinez.

JUVENTUS: Vlahovic – Bonucci – Pogba

Con l’addio di Paulo Dybala, il rigorista numero uno è Dusan Vlahovic che già alla Fiorentina si è dimostrato all’altezza, calciandone diversi. Al momento l’alternativa, che in alcuni casi potrebbe diventare anche il primo rigorista, è rappresentata da Leonardo Bonucci, ma anche Paul Pogba potrebbe andare sul dischetto.

LAZIO: Immobile – Luis Alberto – Felipe Anderson

Anche alla Lazio il rigorista è uno ed uno soltanto: Ciro Immobile. Quando il bomber della Nazionale e dei laziali non c’è (capita molto raramente), si presentano al dischetto Luis Alberto e Felipe Anderson, altri due tiratori molto bravi e precisi.

LECCE: Ceesay

Lo specialista dei penalty, Massimo Coda, si è trasferito al Genoa, lasciando un buco anche per quanto riguarda i calci piazzati. Il suo posto potrebbe essere occupato da Ceesay, ma bisognerà aspettare le prime partite per averne conferma.

MILAN: Giroud Theo Hernandez – Ibrahimovic

Fin ora il primo rigorista è stato Franck Kessié, esperto della specialità. Adesso si giocano il ruolo di primo rigorista Olivier Giroud e Theo Hernandez che non disdegnano affatto la possibilità di calciare dagli undici metri. Come terza soluzione, quando rientrerà, c’è pur sempre un certo Zlatan Ibrahimovic.

Giroud MIlan

MONZA: Caprari – Gytkjaer – Pessina

Il Monza riparte da Christian Gytkjaer, grande protagonista nella finale playoff di ritorno contro il Pisa che con una doppietta ha regalato la Serie A alla squadra di Stroppa. Il rigorista ufficiale, però, sarà Gianluca Caprari. Gytkjaer, infatti, non giocherà sempre dall’inizio. Quando e se giocheranno entrambi, quindi, bisognerà capire chi prevarrà sull’altro. Più indietro c’è Matteo Pessina.

NAPOLI: Zielinski – Osimhen – Kvaratskhelia

Per quanto riguarda il Napoli, con l’addio di Lorenzo Insigne e di Dries Mertens, i sostituti al momento dovrebbero essere Zielinski e Osimhen, due calciatori che non hanno certo paura di andare dal dischetto. Il polacco potrebbe essere in vantaggio dopo l’errore di Osimhen contro il Liverpool. Occhio anche a Kvaratskhelia, che ha trasformato un rigore in amichevole contro il Girona.

osimhen napoli

ROMA: Dybala – Abraham – Pellegrini Lo.

A Roma troviamo probabilmente la più ingente presenza di specialisti dagli undici metri. In primo luogo c’è sicuramente il nuovo rinforzo Paulo Dybala, specialista del mestiere. Seguono Tammy Abraham e il capitano Lorenzo Pellegrini.

SALERNITANA: Candreva – Bonazzoli – Ribery

Tra gli uomini di Nicola il primo rigorista potrebbe essere Antonio Candreva, insidiato, però, da Bonazzoli. In assenza di Perotti e Verdi, che hanno lasciato il club, la prima alternativa a loro due non può che essere Ribery.

SAMPDORIA: Sabiri – Quagliarella – Caputo

Con l’addio di Antonio Candreva, la responsabilità dal dischetto è tutta di Sabiri. Il trequartista di Giampaolo ha calciato, infatti, il rigore contro la Reggina in Coppa Italia nonostante ci fosse Quaglierella in campo. L’esperto attaccante napoletano rimane la seconda alternativa, più indietro Caputo.

SASSUOLO: Berardi – Pinamonti

Domenico Berardi è uno dei rigoristi più prolifici della nostra Serie A, pertanto è lui l’uomo che va sul dischetto per il Sassuolo. Lo segue il neo arrivato Pinamonti.

SPEZIA: Verde – Nzola – Gyasi

Verde si è messo sulle spalle la maglia numero 10 e con essa ha scalato le gerarchie fino a diventare il rigorista prescelto per lo Spezia. Quando manca è il turno di Nzola e Gyasi.

Verde Spezia

TORINO: Lukic – Sanabria

Dopo l’addio del “Gallo” Belotti che era il tiratore designato per i rigori assegnati al Torino, al suo posto dovrebbero essere calciati da Sasa Lukic o, in alternativa, da Antonio Sanabria.

UDINESE: Pereyra – Deulofeu – Beto

Pochi dubbi in casa bianconera: lo specialista è il Tucu Pereyra, ottimo tiratore dagli undici metri che ha sostituito l’ex Rodrigo De Paul. Senza l’argentino in campo la responsabilità spetta a Gerard Deulofeu, protagonista di una stagione da sogno. Più indietro, invece, c’è Beto.

VERONA: Miguel Veloso – Henry

C’è tanta qualità nei rigoristi designati da Igor Tudor per il suo Verona. Il primo della lista è Miguel Veloso che però potrebbe non giocare sempre. In sua assenza dovrebbe andare Thomas Henry.

Lascia un commento